IL SILENZIO DELL ‘ACQUA di Louise O’ Neil edizioni Il Castoro Hot Spot

La piccola Gaia, principessa del mare, si sente solo “un premio da vincere”, sia agli occhi del Re del Mare ovvero suo padre, sia a quelli del suo promesso sposo, viscido, avido di potere e molto più vecchio di lei. Il sogno di respirare aria e toccare la terra con le proprie gambe diventa ogni giorno più irresistibile, senza contare la voglia di scoprire la verità sulla scomparsa/morte della sua amata madre.

Sinossi: Negli abissi del mare, la sirenetta Gaia sembra destinata al successo: è bellissima, ha una voce incantevole e sta per fidanzarsi con il partito più ambito del regno, il generale Zane. Che importa se è violento e molto più vecchio di lei? È il re suo padre a decidere, e Gaia deve solo essere bella e accondiscendente. Ma da quando ha salvato un giovane affascinante da un naufragio, Gaia coltiva un solo desiderio: vivere con lui nel suo mondo spensierato. Quanto è disposta a sacrificare? Conoscete la storia: il patto con la strega, la perdita della voce, le gambe al posto della coda… Ma la bellezza senza voce di Gaia ha un prezzo molto alto, e il mondo che scopre in superficie è prepotente, violento e patriarcale quanto quello lasciato negli abissi. Gaia dovrà compiere molti passi dolorosi per fare i conti con la verità della sua storia. E per riscoprire tutta la potenza della sua voce.

A differenza dell’originale favola di Andersen, questo retelling de La Sirenetta si apre sin da subito con la presa di coscienza che nel regno del mare le donne non contano nulla, a maggior ragione le figlie del Re. Quello che devono fare è solo esclusivamente essere belle e accondiscendenti. Il patriarcato regna sovrano e in particolar modo sulle principesse del Regno che sono tenute ad essere anche prive di qualsiasi opinione o desiderio. Essere sempre belle, silenziose e avere una bella voce sono le uniche doti richieste e necessarie.
Tutto questo però pesa sul cuore della piccola Sirena, che cercherà a tutti i costi un riscatto e un affermazione di sé stessa….

«Voglio che ricordiate sempre quanto siete potenti. Non permettete mai a nessuno di farvelo dimenticare, o di cercare di farvi sentire piccole.»

La componente psicologica dei personaggi, ed in particolar modo della protagonista, è la chiave narrativa del romanzo. Gaia è caratterizzata in modo magistrale, le sue emozioni fluiscono limpide attraverso le frasi e arrivano direttamente nella mente del lettore.
Una delle figure più interessanti è senza dubbio Ceto, la Regina del mare, paladina delle Salke, donne annegate con dolore che hanno trasformato il loro odio verso gli uomini in vendetta. Ceto non è esattamente  “la cattiva” e ho apprezzato molto il ruolo chiave che avrà sul finale.
La prosa è fluida, emozionale ed evocativa, riuscendo a far trasparire dalla scrittura tutta la frustrazione e il desiderio di affermazione della piccola sirena.
Il mondo marino è ben più caratterizzato di quello “umano” ma nonostante questo, gli eventi vengono tessuti ottimamente.
Piccola pecca è, a parere mio, che alcune scene mancano di approfondimenti, ma nel complesso l’ho letto in pochissime ore e mi ha lasciato emozioni positive.

51W4d7LxM2L._SX329_BO1,204,203,200_

Dati

Genere: Narrativa Ragazzi

Edito: Il Castoro

Pagine: 258

Link



Categorie:Bambini e Ragazzi, Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: