Luce della Notte di Ilaria Tuti

Conta Chiara, conta. Conta e canta, canta e conta, Chiara. Non avere paura, non temere di raccontare quel che sai.

Sinossi: Chiara ha fatto un sogno. E ha avuto tantissima paura. Canta e conta, si diceva nel sogno, ma il buio non voleva andarsene. Così, Chiara si è affidata alla luce invisibile della notte per muovere i propri passi nel bosco. Ma quello che ha trovato scavando alle radici dell’albero l’ha sconvolta. Perché forse non era davvero un sogno. Forse era una spaventosa realtà. Manca poco a Natale, il giorno in cui Chiara compirà nove anni. Anzi, la notte: perché la bambina non vede la luce del sole da non sa più quanto tempo. Ci vuole un cuore grande per aiutare il suo piccolo cuore a smettere di tremare. È per questo che, a pochi giorni dalla chiusura di un faticosissimo e pericoloso caso e dalla scoperta di qualcosa che dovrà tenere per sé, Teresa Battaglia non esita a mettersi in gioco. Forse perché, no­nostante tutto, in lei batte ancora un cuore bambino. Lo stesso che palpita, suo malgrado, nel giovane ispettore Marini, dato che pur tra mille dubbi e perplessità decide di unirsi al commissario Battaglia in quella che sembra un’indagine folle e insensata. Già, perché come si può anche solo pensare di indagare su un sogno? Però Teresa sa, anzi, sente dentro di sé che quella fragile, spaurita e coraggiosissima bambina ha affondato le mani in qualcosa di vero, di autentico… E di terribile.

Recensione:

«Ma la felicità può ridursi a un singolo atto insensato e per nulla gratificante, se guardato solo con gli occhi degli altri

Chiara ha appena nove anni quando sente quel terrore nascerle dentro e non scomparire nemmeno quando conta e canta come le ha insegnato la madre a fare per sconfiggere gli incubi e non aver paura del buio. Eppure quell’incubo non se ne va, anzi. Resta. Resta e continua a farle vedere quel bambino, quel suo coetaneo che non riesce ad afferrare, a salvare. Ecco perché i genitori si rivolgono a Teresa Battaglia, l’unica che, scortata dallo scettico Massimo Marini, ispettore, è disposta a credere in quel racconto. Perché Chiara è una bambina speciale, è affetta da una malattia particolare che la porta a essere isolata non potendo ella esporsi ai raggi del sole ed essendo così costretta a vivere della e nella notte. Perché Chiara non mente nella sua paura, i suoi occhi sono davvero terrorizzati.

Ecco perché Teresa non si tira indietro e siglato quel ponte comune con la piccola, inizia la sua indagine. Una indagine che porta a riaprire angoli di un passato remoto, radicato nella seconda metà degli anni Novanta e che riguarda anime in fuga da luoghi di guerra, anime alla ricerca di una possibilità di salvezza.

Un vaso di Pandora, quello scoperchiato dalla Battaglia, che non mancherà di scuotere gli animi e solleticare le curiosità dei lettori che già conoscono delle avventure del personaggio che quelle di chi invece vi si avvicina per la prima volta.

La Tuti tocca tematiche importanti in queste pagine. Quel che conquista non è soltanto l’enigma da risolvere, l’arcano da chiarire quanto l’aspetto empatico e emotivo in cui chi legge si trova coinvolto.

Il risultato è quello di un titolo rapido, che si esaurisce in poche ore e che conferma le capacità di una scrittrice che negli anni si è sempre più fatta amare. Un’opera adatta a tutti, amanti del genere e non. Un’opera che fa riflettere.

Per chi non lo sapesse tutti i proventi di questo titolo dell’autrice saranno completamente devoluti al centro di riferimento oncologico di Aviano a favore della ricerca sul sarcoma Ewing.  Buona lettura.

Luce della notte - Ilaria Tuti - Libro - Longanesi - La Gaja scienza | IBS


Categorie:Gialli & Thriller, Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: