Fabio De Vincente: Una ragione di vita

La sua capacità compositiva, le melodie immediate, la sostanza testuale, il suo pianismo e la cura degli arrangiamenti fanno di lui un musicista completo. Inoltre, grazie alla sua versatilità da polistrumentista, ha inserito parti di batteria, chitarra, percussioni, tastiere, voci, effetti, ricercando sempre un’originalità del suono. Tre cose lo caratterizzano: eleganza, vita rock ed estrema semplicità del suo linguaggio ficcante.

“VINCENTE” perchè arriva da un periodo molto difficile con il quale Fabio ha combattuto, “VINCENTE” perchè rientra nel suo DNA, nella sua indole contagiosa. Un album che ti trascina con se facendoti credere che anche tu ce la puoi fare e perchè ha tutte le carte di esserlo, oltre al cognome, anche il suo destino. 

VINCENTE”. Ci puoi parlare di questo progetto? Una ragione di vita che contiene il mio vissuto. E’ un progetto maturo che mi racconta a 360°.

Dall’album è stato estratto il singolo “Al Top”. Di cosa parla questa canzone?

“Al Top” è un brano che prende ispirazione dalle nottate, soprattutto a casa mia quando vivevo a Torino, all’insegna di feste con personaggi di ogni genere ed estrazione sociale.

Come nasce una tua canzone? Parlaci del progetto alla base…

Ogni canzone ha una storia a se e nascono tutte in modo diverso.

Alla base c’è sicuramente l’ esigenza di raccontare in musica, esperienze, aneddoti, aspirazioni, ambizioni, analisi, emozioni e sensazioni di quello che ho vissuto, sperando che la persona che ascolterà quelle canzoni si ritrovi in quello che ho scritto e come l’ho scritto per poterle condividere insieme.

Sei polistrumentista. Quale strumento preferisci in particolare?

Il mio strumento è il pianoforte, il resto lo rumoreggio ma è fondamentale per me avere un quadro d’insieme quando scrivo le mie canzoni. Quasi sempre infatti inizio a pre-produrle mentre le scrivo.

Hai avuto la fortuna di incontrare Dolcenera, Moreno, Francesco Facchinetti, Luca Vicini dei Subsonica (tuo produttore artistico), Maurizio Costanzo. Cosa ti hanno trasmesso in particolare?

Chi lo dice che è una fortuna?! (Scherzo)… In questa lista l’unico con cui ho modo di rapportarmi è il mio produttore artistico Vicio con cui siamo costantemente aggiornati sul lavoro. Nel caso di Dolcenera è stata una breve parentesi a The Voice e Maurizio Costanzo ho avuto il piacere di conoscerlo essendo stato suo ospite molti anni fa su Rai 1 in una sua trasmissione presentando un mio singolo “Come quando fuori piove”.



Categorie:interviste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: