Nicolas Bonazzi torna con il singolo “La mia cyclette”

Il cantautore bolognese Nicolas Bonazzi torna con il singolo “La mia cyclette” (etichetta discografica NBMusic) – già disponibile in digitale (ascolta qui– in rotazione radiofonica a partire da oggi: un brano pop dal sapore amaro e sognante, dedicato ai mesi difficili del lockdown, che sarà accompagnato dal videoclip, per la regia di Francesco Ferri Faggioli – Roll In Production, online nei prossimi giorni.

Nicolas Bonazzi, autore del brano, prodotto artisticamente da Alessandro Di Sciullo, racconta così questo nuovo lavoro: “Ho scritto questo pezzo parlando di un amore finito che ancora intrappola tra nostalgie, ricordi e amarezze, ma più in generale è una metafora sull’immobilità di questi tempi assurdi che abbiamo vissuto in questi due anni, sul bisogno di chiudere gli occhi e andare lontano per sentirci vivi, per salvare la mente, pur consapevoli di non poter andare fisicamente da nessuna parte.”

Nicolas Bonazzi è un cantautore, nasce a Bologna nel 1982. Intimista, romantico, con una solida fede nella musica pop e soul, è stato definito “cantautore della sensualità” perché i suoi testi sono spesso espliciti ed epidermici. Laureato in “Scienze della Comunicazione”, appassionato di microsociologia, e cuoco per diletto, ha studiato tra Bologna e New York, una seconda casa in cui ha trascorso anni importanti per la sua crescita umana ed artistica, e che ritorna spesso nelle sue canzoni, insieme alle influenze folk e soul d’oltreoceano. Nel 2005 l’incontro col Maestro Celso Valli, che decide di produrre “Dirsi che è normale”, il pezzo con cui partecipa al Festival di Sanremo nel 2010 nella categoria Nuova Generazione (Giovani). In quell’occasione fa squadra con Claudio Cecchetto, che produce l’EP “Dirsi che è normale” per Sony Music Italy. “Dirsi che è normale” diventa un piccolo cult del web con oltre 5 milioni di visualizzazioni su Youtube e numerosissime cover da parte di aspiranti cantanti. Ha collaborato, tra gli altri, con i maestri Celso Valli, Marco Sabiu, Umberto Iervolino. Il 21/12/2012 esce L’ultimo giorno del mondo, prodotto da Filippo Francesconi, che riceve da subito ottimi apprezzamenti di critica e pubblico. Nell’estate 2013 si esibisce per la seconda volta in concerto a New York (la prima era stata nel 2010), sul palco dello storico locale The Bitter End (su cui hanno suonato, tra gli altri, Bob Dylan, Tracy Chapman, Stevie Wonder). Ha partecipato a The Voice of Italy (2014) e a Io Canto (2010, in qualità di ospite). Nel 2020 esce Solo Cose Belle (guarda il video), prodotto in collaborazione con Federico Nardelli, un brano che rappresenta mantra in musica contro le pesantezze e la negatività della vita di tutti i giorni.

G: https://www.instagram.com/nicolasbonazzi/

FB: https://it-it.facebook.com/nicolasbonazzimusic
YT: https://www.youtube.com/user/NicolasBonazziMusic



Categorie:Musica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: