“Le dieci chiavi di Leonardo” di Luca Arnaù

Nuovo avvincente thriller storico in casa Newton Compton, che guadagna un altro autore promettente e capace come Luca Arnaù. Un intreccio in bilico tra esoterismo e una potente ispirazione letteraria dantesca, con un protagonista d’eccezione: Leonardo da Vinci.

Sinossi:

Firenze, 1481. Uno spietato assassino, subito ribattezzato “Strappacuori”, uccide le sue vittime dopo indicibili tormenti, strappando loro il cuore. Ser Pardo de’ Giovannini, consigliere del Magnifico, ha bisogno di qualcuno che conduca le indagini in modo non ufficiale: le vittime sono molto vicine a Lorenzo de’ Medici. Decide allora di avvalersi dell’ingegno del giovane Leonardo da Vinci. Con l’aiuto di Bencio, il suo giovane allievo, e di Lapo Caperna, il Capo delle Guardie, Leonardo inizia la sua indagine mentre i delitti si susseguono inarrestabili. Grazie al suo acume si accorge ben presto di un inquietante filo conduttore che sembra guidare la mano del colpevole: è l’Inferno dantesco. Ma l’astuzia di Leonardo dovrà fare i conti con la spietata freddezza di un assassino che non si ferma di fronte a nulla pur di portare a compimento la sua raccapricciante opera. Anche per un genio come Leonardo, risolvere questo mistero potrebbe non essere così facile

Recensione

Grida inascoltate di una giovanissima anima rapita, corpi bruciati e flagellati di uomini facoltosi. Un’ombra minacciosa e devastante si aggira per le strade e i palazzi della Firenze di fine ‘400, un insospettabile e devoto alle legioni dell’inferno sta sfidando Dio e gli uomini.

L’autore ci riporta in un’epoca che in questo periodo troviamo spesso riportata nei libri, in televisione tra serie e film, a volte, di pregio valore. Come, ad esempio, i Medici o il più recente Leonardo. In questo romanzo ritroviamo nuovamente il celebre maestro toscano alle prese col suo ingegno, ma in una veste tutta nuova, ovvero quella dell’investigatore. Non certo per sua scelta, Leonardo viene chiamato al cospetto del capo della polizia e messo al corrente di una serie di morti efferate avvenute in quel di Firenze; omicidi terribili e di origini alquanto sospette. I cadaveri sono ritrovati privi di cuore, sono infatti quasi irriconoscibili, lasciati in mezzo al sudiciume e quindi avvolti da odori malsani. Le vittime subiscono atroci sofferenze e fustigazioni da parte di un assassino spietato e completamente folle. Occorre quindi catturarlo al più presto su ordine di sua signoria Lorenzo il Magnifico in persona.

Ciò che si richiede al maestro da Vinci non sono naturalmente le sue doti artistiche o le sue fantascientifiche, all’epoca lo erano, invenzioni, ebbene il suo incredibile intelletto, l’acume nell’ agganciare tasselli di un mosaico che pare troppo torbido e complicato agli occhi di chi è più abituato all’azione che ad aguzzare l’ingegno. Ed è proprio messer Leonardo a scoprire subito il collegamento tra le vittime: esse, il modo in cui sono state uccise, richiamano le bolge infernali mostrate da Dante Alighieri nella sua opera La divina Commedia. Questo sviluppo sembra aiutare Leonardo a prevedere quali saranno le prossime mosse di questo servo del diavolo.

Qual è il vero il vero scopo di suddetto mostro ribattezzato lo Strappacuori e specialmente chi si cela dietro la sua terrificante maschera mefistofelica?

Ad aiutare l’artista nelle indagini e nelle deduzioni saranno il fidato allievo Jacopo Bencio e l’inaspettata arguzia della guardia Lapo Caperna, sempre utile nei suoi suggerimenti, rivelandosi anche una persona di fiducia e cordiale. Questa avventura insolita si preannuncia molto pericolosa per Leonardo, che rischia lui stesso di divenire preda e un protagonista dantesco.

Un quadro ben costruito del periodo storico e un thriller che tiene col fiato sospeso sino al capitolo finale, scorrevole. Il suo bello è anche non essere scontato nell’individuare gli indizi per scoprire l’assassino. L’autore rivela indizi poco alla volta, piccole trappole destinate a far prendere un abbaglio al lettore sull’identità dell’omicida. Unire le menti di due personaggi storici, Leonardo e Dante, è stato ingegnoso e immagino anche abbia richiesto tempo e ricerche. Il carattere di Leonardo, i suoi modi di pensare e i suoi ingegni li ho trovati coerenti col personaggio esistito; Arnaù non ha affatto stravolto la sua immagine, l’ha solo adattata alle circostanze.

In poche parole è un romanzo da non perdere assolutamente!

Le dieci chiavi di Leonardo - Luca Arnaù - Libro - Newton Compton Editori -  Nuova narrativa Newton | IBS


Categorie:Fantasy, Manga & Co, Libri, Storico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: