Richard Wølf“Hybrid”, un album dark che valorizza la luce…

“Seeking” è il primo singolo estratto da “HYBRID”, l’album di Richard Wølf, che tanti consensi sta riscuotendo in Italia e nel panorama internazionale e che segna l’inizio del suo percorso solista, dopo i successi ottenuti con la sua precedente band “Quarto Verso”, il cui primo singolo “Suono Sordo” è stato utilizzato come colonna sonora della pubblicità di Rai International per conto di Direct TV e il secondo singolo “Mad Society” è entrato nella TOP 50 a livello internazionale nella compilation GOTHIC ORGY VOL. VI gestita dall’etichetta tedesca Dark Tunes.

Un nuovo esordio segnato da un bellissimo video in anteprima esclusiva, contemporaneamente per l’Italia e per gli Stati Uniti, sui prestigiosi siti del MEI e JammerZine (https://youtu.be/Pc9ovhxTeVY).
Particolarmente evocativo, per immagini e plot, il videoclip è una sorta di cortometraggio in cui il brano fa da colonna sonora; protagonista è lo stesso Richard (che, ricordiamo, oltre ad essere cantante e filmmaker è anche attore professionista) nei panni di tre personaggi diversi. Tre anche gli scenari: uno post-atavico, uno post-apocalittico e uno sci-fi/futuristico. Ne abbiamo parlato con lui…


Raccontaci qualcosa di questo singolo…
“Seeking” è il nucleo di “HYBRID”: un brano che invita ad essere curiosi, coerenti, a seguire i propri istinti e ad essere perseveranti, ad abbandonare ciò che crea negatività e ad accettare la nostra fragilità e la nostra sensibilità, facendone dei punti di forza; ci invita ad ascoltare, ad andare oltre, “be visionary”, “sii visionario”, è il motto dell’album e questo brano se ne fa portavoce. Ho voluto raccontare un viaggio spirituale, esoterico, alla ricerca della verità più profonda che si paleserà verso il finale, quando il viaggiatore incontra finalmente il Sole, la luce dalla quale sarà
illuminato; l’intento è quello di sottolineare che ogni percorso che possa condurci oltre la superficie è meritevole di considerazione, poiché potrebbe essere quello giusto per progredire e migliorare. Dal punto di vista musicale il singolo è un incrocio tra il genere epic rock, industrial rock e alternative rock: l’intero album “HYBRID” risente ampiamente del rock e del metal degli anni ’90–2000 e “Seeking” non tradisce questo mood, aggiungendo anzi quel tocco di epicità necessario
per una tematica così mistica e per supportare le immagini del video.

Come nasce il progetto HYBRID?
HYBRID nasce dalla necessità di ristabilire un profondo contatto con me stesso e di sprigionare i ritmi e i suoni che sentivo provenire dall’interno. E’ frutto di un percorso di crescita personale e di ricerca sonora in cui la classicità dell’orchestra si fonde con l’enfasi del rock e la modernità della musica elettronica, il tutto arricchito da effetti di sound-design di matrice sci-fi e da sonorità tipiche della musica dei trailer cinematografici. I testi sono la vera essenza dei brani: per me le parole sono importantissime e dedico molto tempo a ricercare quelle che possono veicolare al meglio il messaggio che voglio esprimere. All’interno dell’album confluiscono diversi generi musicali ai quali ho cercato di dare una coerenza stilistica insieme ai miei collaboratori – anche da qui il termine “HYBRID”; inoltre, da amante di film di fantascienza, non potevo che rievocare le atmosfere tipiche del genere. HYBRID contiene moltissimi messaggi che si possono cogliere prestando attenzione alle liriche: sicuramente il sincretismo, la mescolanza, l’apertura verso l’altro e l’ignoto, la ricerca interiore, l’evoluzione spirituale della collettività umana e la valorizzazione dell’empatia e della sensibilità. HYBRID è un album dark che valorizza la luce.

Richard Wølf, perché questo nome? Sentivo la necessità di adottare un nome internazionale. Il mio nome di battesimo mi piace molto e quindi l’ho semplicemente tradotto, ma sentivo che avrebbe dovuto essere accostato a una parola forte come “Wølf”: il lupo è da sempre il mio animale guida nonché uno degli animali mistici per
antonomasia. La scelta del simbolo “ø” è di natura meramente estetica in quanto mi ha sempre evocato la sensazione di un futuro distopico.

Prossimi progetti?
Sto già lavorando ad un nuovo EP contenente 5 brani che pubblicherò il prossimo anno ed entro la fine del 2021 usciranno due singoli ricavati da HYBRID, il mio primo album. Dal punto di vista teatrale ho all’attivo due tournée nazionali, una con il musical “Vlad Dracula: opera gotica ‘ nel ruolo di Renfield (antagonista), e una con la ‘Compagnia Italiana di Operette’ in diversi ruoli da protagonista. A fine estate inizierò a programmare la mia prima tournée estera in cui porterò in vita HYBRID e altri brani che sto attualmente componendo.

WEB SITE: https://richardwolfofficial.com/
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/richardwolf_official/
YOUTUBE: http://bit.ly/richardwolfofficial
FACEBOOK: https://www.facebook.com/wolf.richard.official/
SPOTIFY: http://bit.ly/richardwolfspotify



Categorie:Musica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: