TONI VELTRI – Dov’è la libertà

Dopo l’anteprima esclusiva su Radio Bruno Brescia, del 19 marzo https://bit.ly/3cZbS0P  arriva il 22 marzo su YouTube il videoclip “Dov’è la Libertà” (https://youtu.be/ptiVbGI3ROc ), nuovo singolo di Toni Veltri, in radio e nei digital stores.

Giovane cantautore residente in Belgio, ma di origini italiane, Toni annovera nel suo percorso importanti collaborazioni con artisti di fama internazionale, quali Gianluca GrignaniMichele ZarrilloUmberto TozziToto CutugnoAntonello Venditti. Il secondo singolo arriva dopo il successo di “Verona”, con l’intento di proporre sonorità nuove in una scena musicale con troppe similitudini e omologazioni.

Dov’è la Libertà” è un brano che tocca un tema fortemente attuale: la mancanza di controllo delle nostre vite in un momento in cui, a causa della pandemia globale, siamo limitati nella possibilità di movimento, d’incontro e socializzazione con gli altri.  Un limite molto forte per un artista che dalla vita reale attinge incessantemente, traendone linfa preziosa per creare musica e parole.

Una mancanza di controllo che genera angoscia, paura e frustrazione: “Dov’è la Libertà?”  è una domanda che sorge come una protesta, un grido da parte di chi fa della musica il proprio strumento per comunicare con il pubblico che, purtroppo, per troppi mesi è mancato e continua a mancare. “Dove sono i sogni di un bambino? Dove sono le promesse? Dove sono le certezze?” sono gli interrogativi di tutti coloro che soffrono questa condizione di libertà limitata e che il video interpreta magistralmente, con immagini di sicuro impatto.

Vi si alternano, infatti, a contrasto momenti dal  tono più intimo  con altri in cui Toni, in giro per Brescia,  osserva la vita scorrere regolarmente nella città, avvertendone la bellezza, offuscata però dalla tristezza e dal senso di impotenza per quella nuova normalità che non ci si rassegna ad accettare. In altri momenti, Toni, da solo in una stanza persa nel buio, si rivolge direttamente al pubblico per far arrivare il suo messaggio dritto al cuore dello spettatore; una volontà di ribellione che emerge, oltre che dalle parole,  da un gesto  in apparenza molto semplice, ma in realtà denso di significato: il togliersi di scatto la mascherina, uno dei limiti alla nostra individualità. La non riconoscibilità dei volti ci rende come  automi spersonalizzati… toglie tutto quello che di prezioso ognuno di noi possiede, la propria unicità e personalità e a questo non è possibile rassegnarsi. La regia è di  Carlo Neviani, ideatore del video insieme al Maestro Giancarlo Prandelli. Il brano è parte di un progetto più ampio, che prevede un album di undici brani inediti curati dal Maestro Giancarlo Prandelli insieme allo stesso Toni Veltri e il suo manager Massimo Galfano, supportati dalle storiche edizioni Italiane MUSICAVIVA.

Abacusweb – Press



Categorie:Musica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: