E’ NATA LA RETE ITALIANA PER IL RECUPERO DEI LIBRI.

Parte dalla Sicilia la prima rete nazionale italiana per il recupero e la condivisione gratuita dei libri. A crearla è stato il poliedrico belpassese Giuseppe Rapisarda, laureato in chimica, con una grande passione per i viaggi e per la salvaguardia dell’ambiente. Il progetto, denominato “Lascia un libro, prendi un libro”, ha lo scopo di rendere capillarmente disponibili sul territorio ed in forma gratuita, quanti più libri possibili.

Ciò viene realizzato in diversi modi, liberando e rendendo disponibili, libri che da anni sostano dormienti ed impolverati nelle varie librerie e recuperando quei libri destinati al macero. Ad oggi, questo progetto, totalmente gratuito in ogni sua parte, ha messo in circolo più di 150.000 libri, distribuiti in oltre 600 punti di recupero e condivisione gratuita, di 200 città, appartenenti a 70 province, di tutte le regioni italiane. Il progetto piace e fa registrare continuamente nuove adesioni.

Esiste una pagina Facebook, che è la “casa”, il punto d’incontro virtuale di lettori e di quanti ospitano un punto di condivisione gratuita dei libri. Nella pagina c’è una mappa interattiva dei vari punti libro, nella quale cercare il punto libro nella zona di proprio interesse. Una peculiarità di questo progetto è che la maggior parte dei punti libro si trovano all’interno di edifici, di negozi o di associazioni, pertanto i libri sono sempre protetti dai vandali e dalle intemperie.
Il progetto vuole allargare sempre di più questa “Biblioteca Diffusa” sul territorio, per
rendere capillarmente disponibili i libri nei luoghi della quotidianità delle persone. Cosi è facile trovare dei libri nei panifici, nei bar, dai parrucchieri, negli studi medici, nelle ferramenta, nelle ludoteche, negli hotel, nelle agenzie di viaggio, etc. Negli orari di apertura delle biblioteche comunali, molte persone sono occupate al lavoro, pertanto trovano estremamente utile trovare dei libri disponibili nel negozio aperto sotto casa.

Ovunque può essere allestito un punto libri, basta mettere a disposizione un piccolo spazio su cui alloggiare dei libri, ad arricchirlo di validi testi ci penseranno i lettori. Qualsiasi libro, tranne i testi scolastici e le enciclopedie. Esiste una sola regola, per prendere un libro, bisogna lasciarne un altro. Non c’è nessun obbligo di restituzione del libro scambiato, ne di registrazione del testo o del lettore. Questo progetto, completamente gratuito in ogni sua parte, è anche un modello etico culturale che educa alla solidarietà, al rispetto dei beni comuni, al rispetto per l’ambiente, al recupero e al riuso delle risorse. Combatte la ludopatia da slot machine nei bar, sostituendole con postazioni di libri.


In Italia ci sono 7.918 comuni, in questi, in totale abbiamo allestito/censito circa 600 punti libro. Sarebbe bello avere almeno un punto di condivisione in ogni comune. Stiamo provando a censire i vari punti libro già presente sul territorio. A tal proposito vi preghiamo vivamente di segnalarci i punti libro della vostra zona.
Nell’anno appena concluso, nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, c’è stato un grandissimo lavoro dietro le quinte, che ha portato alla sua presenza in tutte le regioni italiane e a triplicare i punti libro di inizio anno. Questo progetto etico-culturale gratuito cresce con il passaparola della rete, pertanto chiediamo di aiutarci a divulgarlo, condividetelo con i vostri amici lettori.



Categorie:Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: