SignalForHelp: il nuovo segnale che divide

Pare che, il nuovo segnale internazionale, con cui le donne posso chiedere aiuto non sia ben visto da molti. Ma facciamo un passo indietro…

2020 in pieno lockdown mondiale l’ Associazione Canadian Women’s Foundation ha avuto l’idea di inventare un segnale di aiuto, che potesse essere utile a tutte le donne del mondo in caso di violenze domestiche. Infatti, bisogna ricordare che: per quanto il famoso #iorestoacasa abbia tutelato e protetto dal coronavirus, in molti casi si è trasformato in una gabbia di maltrattamenti per molte donne. Un semplice gesto con la mano che, se riconosciuto, potrebbe salvare la vita di tante donne.

Signal for help

In Italia è arrivato grazie a Giuditta Pasotto, fondatrice di GenGle, associazione dei genitori single, ma ha trovato subito qualche muro alzato da parte di alcune associazioni contro la violenza sulle donne fra tutti a D.i.Re Donne in Rete che avverte: «Attenzione. Non è così semplice come si crede. Si presuppone che al segnale parta un protocollo di intervento che di fatto non esiste. Esistono i numeri utili da chiamare in caso di emergenza 112 e 1522. Ecco l’elenco dei centri antiviolenza a cui rivolgerviVi chiediamo di non divulgare: sempre meglio un confronto con chi lavora sul tema per sapere che cosa ne pensa. Seppur fatto in buona fede, può diventare pericoloso.»  

Eppure si può supporre che questo semplice gesto possa essere un richiamo di aiuto e che, chi lo veda, possa attivare i giusti protocolli senza che la donna sottoposta a violenza si metta ulteriormente in pericolo.



Categorie:La FORZA, NoiDonne, Sapere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: