Viviamo di passioni o di ossessioni?

Ci sono due parole che vengono usate nell’uso comune per descrivere lo stesso tipo di situazioni.

Quante volte abbiamo pensato che una persona fosse ossessionata solo perché coltivava la propria passione?

Per districare la matassa e capire se c’è una correlazione tra una passione vissuta con intensità e un’ossessione, è necessario fare un po’ di chiarezza semantica tra le due parole.

Frequentemente pensiamo, sbagliando – lo dico subito-, che l’ossessione sia la conseguenza di una passione malata, una passione appunto ossessiva, soggiogante.

Se una persona dedica tutta se stessa ad un’attività che le piace, la sua passione, perché tendiamo a dire che ha un’ossessione?

Forse solamente perché segue una passione che a noi non interessa. Mi sento di poter affermare che passione non equivale a ossessione.

Vediamo di capire perché.

Una rapida ricerca sul dizionario Treccani, disponibile online, mi ha chiarito alcuni concetti.

La parola ossessione ha sempre una connotazione completamente negativa.

La passione invece si riferisce a un’idea, un’attività o una persona che si incunea totalmente nel nostro cervello e nella nostra persona fino a non poterne fare più fare a meno.

Nella parola passione c’è anche il concetto di passività, contraria al concetto di azione, quindi una passione è in un certo senso la condizione di passività da parte del soggetto, che in un certo qual modo non riesce a privarsene.

In effetti, in questa situazione si può ravvisare una sorta di dipendenza, ma la dipendenza in sé non necessariamente ha una connotazione negativa.

L’ossessione, invece, non solo dà dipendenza nella sua accezione più patologica, ma rende il soggetto privo della possibilità di reagire, da qui la OCD, Obsessive Compulsive Syndrome, ovvero una patologia, riconosciuta in psichiatria, in cui i pensieri ossessivi vengono associati ad azioni particolari, spesso rituali, da eseguire per neutralizzare l’ossessione stessa.

Quindi si può continuare a vivere e coltivare le passioni, sane, senza aver paura di rimanerne ossessionati.

Di seguito riporto un estratto del significato dei due termini, nei loro diversi significati, preso dalla Treccani.

Facebook

Ossessione:

1. non com. Stato, condizione di chi è indemoniato.

2. In psichiatria, fenomeno patologico che si manifesta con la presenza, persistente o periodica, di una rappresentazione mentale, un impulso, un affetto, che la volontà non riesce a eliminare, e che risulta accompagnata da un sentimento sgradevole di ansia, paragonabile a quello di una minaccia incombente.

3. Per estens., nel linguaggio com., idea persistente, incubo, preoccupazione assillante, molestia grave e continua, e sim[…]

Passione:

In senso generico, e in rapporto al sign. fondamentale del verbo lat. pati (v. patire1), il termine passione si contrappone direttamente ad azione, e indica perciò la condizione di passività da parte del soggetto, che si trova sottoposto a un’azione o impressione esterna e ne subisce l’effetto sia nel fisico sia nell’animo.

1.

a. Sofferenza fisica […]

b.Con quest’ultimo sign., la parola è viva soltanto con riferimento alla crocifissione di Cristo e alle sofferenze che la precedettero e l’accompagnarono […]

c. Per estens., la narrazione evangelica della passione di Cristo (v. anche passio) […]

d. In musica, lettura, che qua e là assume intonazioni melodiche, della narrazione evangelica circa il martirio e la morte di Gesù; […]

e. Fiore della p., nome di varie specie di piante del genere passiflora.

2. Sofferenza spirituale, dolore morale[…]

3. letter. Qualsiasi sentimento, impressione, sensazione che agisce sull’animo, a cui l’animo soggiace[…]

4.

a. Nell’uso com., sentimento intenso e violento (per lo più di attrazione o repulsione verso un oggetto o una persona), che può turbare l’equilibrio psichico e le capacità di discernimento e di controllo […]

b. In partic., violento amore sensuale […]In senso concr., la persona stessa che ha ispirato tale sentimento (spesso con sign. attenuato, la persona amata o desiderata[…]

c. Inclinazione vivissima, forte interesse, trasporto per qualche cosa […]Più concretam., la cosa stessa, l’attività che è oggetto dell’inclinazione[…]

d.Con altra estensione di sign., parzialità, mancanza di obiettività procedente da spirito di parte

@faluan3_monicacosta



Categorie:Benessere, Sapere

Tag:, , , ,

2 replies

  1. in qualche modo mi hai fatto venire in mente la differenza tra vedere e guardare

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: