L’ombrello dell’Imperatore di Tommaso Scotti

Sin da subito l’ispettore Takeshi James Nishida della squadra Omicidi della Polizia di Tokyo, e soprannominato Boss dai colleghi per quella grande dipendenza da caffeina in latina della omonima marca, si rende conto che quello che ha davanti non è un semplice omicidio.

Sinossi: L’ispettore Takeshi Nishida della squadra Omicidi della polizia di Tokyo ha un secondo nome che pochi conoscono, ma che dice molto di lui. All’anagrafe infatti è Takeshi James Nishida. Perché Nishida è un hāfu: un mezzo sangue, padre giapponese e madre americana. Forse per questo non riesce a essere sempre accomodante e gentile come la cultura e l’educazione giapponese vorrebbero. Forse è per il suo carattere impulsivo, per quel suo modo obliquo e disincantato di vedere le cose e le persone che lo circondano, che non ha mai fatto carriera come avrebbe meritato. O forse è perché lui non vuole fare carriera, se questo significa mettere i piedi sotto la scrivania invece di usarli per battere le strade di Tokyo, città che ama e disprezza con altrettanta visceralità – e che allo stesso modo lo ricambia. Ma Nishida è eccezionale nel suo lavoro: lo dimostra il numero di indagini che è riuscito a risolvere. Fino al caso dell’ombrello. Un uomo, ritrovato morto. L’arma del delitto? All’apparenza, un comunissimo ombrello di plastica da pochi yen, di quelli che tutti usano, tutti smarriscono e tutti riprendono da qualche parte. Ma questo ombrello ha qualcosa che lo differenzia dagli altri. Un piccolo cerchio rosso dipinto sul manico e, soprattutto, un’impronta. E Nishida si troverà di fronte a un incredibile vicolo cieco quando scoprirà a chi appartiene l’impronta digitale del possibile assassino: all’imperatore del Giappone.

Recensione:

«C’è la nostra anima qui dentro, ed è un’anima di acciaio. Questa vite è il nostro testamento imperituro in un mondo usa e getta.»

Tutto, dalla posizione del corpo alla presumibile arma del delitto, fanno pensare a una morte fuori dagli schemi e apparentemente senza motivo. A complicare le cose è proprio l’arma del delitto, un ombrello bianco, un oggetto comune e di uso costante nel quotidiano, sopra il quale vengono rinvenute le impronte del soggetto più impensabile: l’Imperatore. Egli che è sopra la legge come può essersi macchiato di siffatto crimine? Un’altra impronta, inoltre, viene rinvenuta sulla plastica e appartiene a un altro uomo altrettanto impensabile quale ipotetico omicida.

L’indagine ha inizio, si snoda con rapidità, il ritmo è incalzate, lo stile pungente e capace di accompagnare battuta dopo battuta, colpo di scena dopo colpo di scena. E se nello svolgersi delle vicende l’asticella del mistero si alza sempre più, il caso si fa sempre più complicato, a far da sfondo vi è una Tokyo diversa da quella che siamo abituati a conoscere e a vedere. E sarà proprio Nishida, un hafu, un mezzosangue di madre americana e padre giapponese a far da ponte di collegamento tra le due realtà.

Quello di Tommaso Scotti è un romanzo dalle atmosfere nipponiche che si colora di tinte gialle ma che al suo interno racchiude molto di più avendo infatti il coraggio di affrontare tematiche importanti e molto molto attuali. Non le anticipo essendo parte dello snodo della struttura del titolo ma il lettore non mancherà di sentirle vicine.

L’esordio di Tommaso Scotti non passa inosservato, solletica la curiosità, coinvolge nella lettura e ci fa conoscere un protagonista che entra subito in sintonia. Una penna, quella di Scotti, che si farà ancora a leggere in futuro.

«L’ispettore ne aveva viste abbastanza da sapere che la più grande oscurità è spesso nascosta alla luce del sole, ma in quel caso gli risultava difficile credere di avere di fronte un assassino.»

L'ombrello dell'imperatore" di Tommaso Scotti - Cartonato - LA GAJA SCIENZA  - Il Libraio



Categorie:Gialli & Thriller, Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: