Omicidio a regola d’arte di Triches Letizia


 Napoli si sa, è magnetica, è arte, è popolo e magia, è rito e passione, è fermento creativo e culturale. Ma cosa succede quando la magia del mare, dell’aria che sa di festa si scontra con l’odore di morte? E se la morte riguarda due pittori, si tratta della fine della storia dell’arte? Andiamo per gradi.

Trama: Nulla accomuna Chantal Chiusano, commissario appassionata e tenace, e Sara Steno, se non il fatto di avere sposato due pittori, entrambi morti a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro: Giovanni Aiello, artista di grande talento ma di scarsa fortuna, e il famoso Michele Mosti, ucciso insieme alla sua giovane amante secondo un rituale raccapricciante, di brutalità inaudita. I loro corpi sono stati ritrovati nudi, con il cranio fracassato da un oggetto pesante e con un sacchetto sul volto, sfigurato da ustioni. Il commissario Chantal Chiusano è chiamata a occuparsi dell’omicidio di Mosti, e le sue indagini iniziano proprio dalla vedova. Sara Steno è una psichiatra e si dimostra subito collaborativa, fornendo informazioni sul lavoro del marito. Più Chantal indaga sulla vita segreta del famoso pittore e più si rende conto che ci sono altri crimini, rimasti a lungo senza colpevole, che potrebbero essere finalmente risolti. Critici potenti, fragili antiquari, mercanti senza scrupoli, filosofi e giovani di belle speranze si aggirano sullo sfondo di una Napoli inquieta, dove nulla è come appare.

Questa storia è affascinante e all’inizio ha il suo perchè ma la narrazione scorre lenta proprio come quei polizieschi che alla prima messa in onda in tv non convincono nelle prime scene. Inquadramento del luogo, della trama, personaggi che appaiono passivamente, si capisce chi sono i protagonisti ma ancora nulla è delineato. Ecco che all’improvviso però appare l’ingrediente che ti fa esclamare: guardo la seconda puntata e spero girino anche la seconda stagione! Questo libro proposto da Newton Compton è così: effervescente e avvincente nella descrizione di tutto ciò che succede. Indagini, risvolti, punti di vista, omicidio, ogni cosa ha il suo valore perché viene ben dosata e il lettore rimane ammaliato dalla trama. Due donne, due vedove, due uomini venuti a mancare, un filo rosso che unisce un destino macabro. Pittori morti e uccisi nel modo più atroce in una Napoli che non accetta questo aspetto ma che ora deve fare i conti con quanto accaduto. Chantal vuole assolutamente scovare a fondo e Sara vuole vederci chiaro soprattutto perché il suo di pittore la tradiva anche a sua insaputa. Ma chi sono i colpevoli e perché sembra che ci siano gli spunti per delineare i risvolti di altri casi che non avevano avuto chiusura? Forse perché questi omicidi nascondono qualcosa di grosso? Una comunità di critici, gente facoltosa, artisti, filosofi, li vedi passeggiare tra le strade della città partenopea, non penseresti mai a loro come a dei criminali eppure qualcosa non torna. Sara e Chantal sembrano volere la stessa cosa ma ci sono molti lati oscuri e molte voci che rimangono in silenzio. Che la situazione nasconda qualcosa di davvero segreto che non può venire a galla? Un segreto che viene celato e per questo oscurato potrebbe compromettere la posizione di qualche uomo importante e colto tra le élites degli intellettuali?  Consiglio vivamente la lettura di questo libro perché è oscuro quanto magico, sofisticato quanto popolare, macabro quanto dolce… Arte, indagini, filosofia e segreti vi aspettano in una Napoli che vuole indagare a fondo…

Omicidio a regola d'arte - Newton Compton Editori


Categorie:Gialli & Thriller, Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: