Grilli e Sangiovese: un giallo italiano tutto femminile

Torrida estate italiana del 2017, Forlì.

Un quartiere come tanti, due palazzi dirimpetto, tanti vicini. Alcune molto curiose, altri misteriosi, una divorziata, una donna sposata trasferitasi da poco senza marito chiamata l’Africana anche se di africano ha soltanto il luogo da dove proviene, un parrucchiere latin lover che fa del suo negozio il quartier generale delle chiacchiere del vicinato, un vicino colpito da ictus che ormai non si vede più in giro, una bella badante polacca, un tizio che ama cantare che è stato cacciato dalla moglie perché si sbaciucchiava la badante, una giornalista che farebbe di tutto per la visibilità, un commissario che si ritrova a dover indagare su misteriosi e strani eventi, un zuccherificio abbandonato e tanti insetti. Questo è il cocktail ben schakerato di Grilli e Sangiovese scritto da Paola Casadei e Cinzia Tonelli per Ciesse edizioni.

Le protagoniste principali di questo romanzo sono Cristina, divorziata con due figli ormai grandi che sta vivendo la sua torrida estate sola nel suo appartamento seguendo le vicende del quartiere con la paura di diventare ella stessa una curiosona come le sue vicine più anziane, e Livia, sposata con un giornalista freelance che, dopo aver passato tanto tempo in Africa per alcuni studi sulla entomofagia, ha deciso di rientrare in Italia lasciando  sola la moglie a occuparsi del trasloco perché impegnato con un’inchiesta.

Tutto scorre come sempre: la maggior parte delle attenzioni sono per l’Africana, così viene chiamata Livia dalle vicine, che la descrivono altezzosa e con la puzza sotto il naso e per la badante polacca Agata, bella e provocante che lavora per il vedovo del palazzo dove vive anche Livia e che si è macchiata di un peccato pericolosissimo “rubare il marito a un’altra”.

La monotonia estiva viene spezzata quando il parrucchiere Rodolfo sparisce nel nulla e, a poche ore, anche una donna che era considerata la tuttofare del quartiere, dopo una strana chiacchierata con Agata, viene trovata morta a casa sua.

A occuparsi del caso sarà il commissario Ronchi che tra interrogazioni bislacche e coincidenze strane si ritroverà più volte ad avere a che fare con le due protagoniste, Cristina e Livia, diventate ormai inseparabili e che si ritrovano, loro malgrado, non solo testimoni ma anche personalmente coinvolte in questi misteri. Infatti le due donne hanno in comune tante cose.

L’epicentro delle indagini saranno gli insetti e con insetti non si intendono le zanzare che ci infastidiscono tanto in estate, ma proprio l’entomofagia come nuovo orizzonte alimentare.

Il libro è stata una bella scoperta, divertente, i personaggi, anche quelli minori, descritti molto bene. Dialoghi scorrevoli, ironici, realistici; colpi di scena tanti. Non è stato facile intuire dove sarebbero arrivate le indagini, particolarità che tiene il lettore con il fiato sospeso chiedendosi: “come andrà a finire?”. Un bel Thriller tutto italiano con un humor femminile tutto da scoprire.

Grilli e Sangiovese | CIESSE Edizioni


Categorie:Gialli & Thriller, Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: