MARILENA LUALDI: La mia vita è ruotata spesso attorno ai laghi

Caterina Franciosi per Life Factory Magazine intervista MARILENA LUALDI, giornalista, blogger e scrittrice. Nel 2017 tra i primi dieci finalisti italiani per il concorso letterario Mursia-Rtl con il romanzo “Chi ha bisogno di Willy”.

Salve Marilena, benvenuta tra le pagine di Life Factory Magazine e grazie per essere in nostra compagnia oggi. Ci racconti qualcosa di lei.
Buongiorno e grazie a voi. Sono una giornalista da più di trent’anni: ho cominciato come cronista, poi ho studiato e seguito il mondo economico. Anche se ho alle spalle studi umanistici, in particolare mi sono laureata in Filosofia: un percorso che mi ha sempre spinto a non fermarmi e a incuriosirmi di tutto. Fin da piccola scrivevo
intensamente: ho pubblicato il primo libro nel 2009 perché ho voluto terminare quello iniziato da mio padre, “Quando il Nonno prese per il mano il Re”. Da lì in poi ho pubblicato saggi e storie. Inoltre, tengo una rubrica radiofonica su Vivieco104, dal
titolo “Cambio anch’io (No, tu no)”. Il mio sito è http://www.marilenalualdi.it.

“Chi ha bisogno di Willy” è il suo ultimo romanzo per Ugo Mursia Editore. Potrebbe presentarlo brevemente ai nostri lettori?
“Chi ha bisogno di Willy” per me rappresenta un giallo che trae forza da una favola. La protagonista è una donna, Violetta, che si rifugia su una collina in una sorta di lockdown volontario, dopo aver perso il padre. Conosce un bambino, Beniamino, che cerca disperatamente Willy, il personaggio misterioso della storia, e che la
strappa alla sua solitudine. Un incontro che però si spezza ben presto e lei si batterà per provare a ritrovare sia il ragazzino sia Willy, sotto lo sguardo amico della natura.

Il lago Maggiore e la Natura che lo circonda sono le colonne portanti del suo romanzo: cosa rappresenta per lei questo affascinante scenario?
La mia vita è ruotata spesso attorno ai laghi; il Maggiore in particolare è stato la cornice della mia infanzia e della mia adolescenza, per riattirarmi poi da adulta. Io vivo in città, a Busto Arsizio, in provincia di Varese, e questo lago che unisce
Lombardia e Piemonte, rapidamente è divenuto casa. Così mi piace esplorare la natura che dal lago si arrampica fino alle colline. Per me questo scenario rappresenta l’opportunità di guardare dentro di me senza fretta e ritrovandomi. Qui ho imparato ad amare gli animali, di cui avevo un po’ paura da piccola, e che ora sono diventati amici cari. La volpe della copertina è apparsa non solo a Violetta, ma anche a Marilena: si è lasciata fotografare e poi è diventata la copertina di Willy.

Qual è il messaggio che vuole trasmettere ai lettori con “Chi ha bisogno di Willy”?
Anche nel momento più terribile, anche quando ci sentiamo così soli, c’è sempre
qualcuno, qualcosa che ci protegge: possono essere altre creature, o una forza più grande di noi, o anche il coraggio che improvvisamente recuperiamo. Proprio per questa ragione dobbiamo rispettare anche gli altri, tutti: “Willy” vuole essere un atto d’amore verso ogni creatura e verso la vita.

Sta lavorando o ha in programma qualche progetto futuro?
Sto scrivendo un romanzo che questa volta nasce nel mondo delle imprese. Filo conduttore, un incontro che piano piano cambia le vite. L’anno passato, con le sue ferite e le sue speranze, mi ha però anche spinto a iniziare un’altra storia. I romanzi cammineranno insieme e saranno loro a decidere chi sarà pronto per primo.

a cura di Caterina Franciosi



Categorie:Autori, Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: