MARIA ANTONIETTA Una regina bambina che va oltre il suo tempo di Ida Von Duringsfeld

n queste pagine, scritte dall’autrice nella seconda metà dell’800, scopriamo una Maria Antonietta diversa dalla capricciosa e frivola figura a cui siamo abituati.
Scopriamo invece una Regina-bambina che a soli 14 anni si è ritrovata sola, in un paese straniero, in balia di una corte corrotta e scaltra, con al suo fianco un marito timido, timoroso e goffo

TRAMA“Una regale rosa nuziale, ecco cos’era quando l’Austria la consegnò alla Francia. Anche i francesi ne rimasero incantati: la trovarono così bella che non se la sarebbero più lasciata sfuggire”. Con queste parole Ida von Düringsfeld ci presenta la “sua” Maria Antonietta: una delicata e affascinante fanciulla appena quattordicenne, giunta in Francia per sposare il futuro Luigi XVI. Un destino che sembrava essere stato benedetto dagli dei e che invece, appena vent’anni anni dopo, si tramuterà in un vero e proprio incubo dal tragico epilogo. Amata, odiata, idolatrata, oltraggiata: se per i contemporanei Maria Antonietta fu il capro espiatorio di tutti i mali della Francia del XVIII secolo, per gli autori ottocenteschi si trasformò nella Martire della Rivoluzione, la “regina-santa” vittima innocente del più vile (ed inutile) dei regicidi. Nel libro l’autrice tedesca ripercorre le vicende umane di un personaggio complesso, accattivante, universale, un’icona che ancora oggi incuriosisce, seduce e divide le coscienze.

Maria Antonietta e Luigi… due adolescenti cosi diversi, lei innamorata della vita e dell’amore, lui cresciuto tra precettori e cortigiani che ne hanno forgiato il carattere rendendolo schivo e a tratti ruvido

“Una regale rosa nuziale, ecco cos’era quando l’Austria la consegnò la Francia. Anche i francesi ne rimasero incantati: la trovarono così bella che non se la sarebbero più lasciata sfuggire. Una rosa così delicata, che la si poteva sciupare al sol toccarla…”

Una biografia che si legge come un romanzo, scorrevole, intrigante e affascinante. Tra intrighi di corte, tradimenti, eccessi, spese folli, ma anche amore materno, e affetto coniugale verremo catapultati a Versailles, e al Petit Trianon tanto amato dalla giovane regina, e seguiremo la storia di questi sovrani e dei loro adorati figli fino alla toccante narrazione dei loro ultimi tragici anni…

… La sera del 3 luglio alla regina fu comunicato l’ordine del comitato:doveva essere separata da suo figlio.
“Così mi uccidete!” Urlò Maria Antonietta.
Combatte’ per il figlio una lotta disperata e senza speranza. Alla fine dovette cedere… Vestirono il povero bimbo, la regina non riuscuva a muovere un dito. Era l’ultima volta che mani morbide lo avrebbero vestito amorevolmente, era l’ultima volta che i baci della madre si sarebbero posati sulle sue guance, che le lacrime materne si sarebbero intrecciate ai suoi delicati riccioli.
La regina aveva perso suo figlio…

Una biografia che è un’autentica perla, l’ennesima di questa Casa Editrice che tanto stimo e ammiro.

5/5

Amazon.it: Maria Antonietta. Una regina bambina che va oltre il suo tempo -  Düringsfeld, Ida von, Giovanella, C., Mortali, A., Sandrigo, R. - Libri


Categorie:Libri, Storico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: