“C’ERANO ROSSINI, GINEVRA E I CANNOLI SICILIANI” il primo libro di MOSBY EUGENIO BOLLANI

È disponibile da oggi “C’erano Rossini, Ginevra e i Cannoli Siciliani”, su Amazon sia in formato Kindle che con copertina flessibile, il primo libro di Mosby Eugenio Bollani.

Nella Sicilia dopo il Lockdown 2020, Francesco Rossini uno stagionato videomaker regista, viene ingaggiato da un suo vecchio amico produttore per una produzione legata al mondo del cibo e delle eccellenze alimentari. Francesco, milanese di origine giunge ad Alcamo dopo cinque anni di volontario lock-down a Montanea, un ridente paese sull’altopiano della Paganella in Trentino. La causa del suo volontario esilio è stata una auto bomba che a Montanea ha distrutto la sua famiglia. Il trauma è stato metabolizzato e Francesco, invitato dall’amico produttore si ritroverà ad incontrare una nuova cultura, personaggi molto particolari, una produzione web-televisiva sul cibo e suo malgrado anche un intricato giallo da risolvere. Solo la capacità di osservazione sui luoghi, di persone e di fatti lo aiuteranno a risolvere, non solo l’intricata situazione, ma anche a ritrovare una serenità che credeva perduta. Tutto condito con i colori, le emozioni e le prelibatezze di una Sicilia meno “cartolina” del solito.

< “Giallosapevo” che prima o poi qualcuno mi sarebbe venuto a chiedere le ragioni di questo insano gesto – dice Eugenio Mosby Bollani ovvero quello di aver scritto un libro giallo. Devo confessare che la mia professione di creativo mi ha fatto conoscere tante storie, persone, aziende, realtà impegnate nel sociale. Allora ho pensato di farle conoscere e vivere, in modo diverso a Francesco Rossini, il protagonista di queste avventure, che oltre a cercare di risolvere “il caso” avrà la possibilità di vivere incontri ed esperienze davvero significative.>

È disponibile da oggi “C’erano Rossini, Ginevra e i Cannoli Siciliani”, su Amazon sia in formato Kindle che con copertina flessibile, il primo libro di Mosby Eugenio Bollani.

Nella Sicilia dopo il Lockdown 2020, Francesco Rossini uno stagionato videomaker regista, viene ingaggiato da un suo vecchio amico produttore per una produzione legata al mondo del cibo e delle eccellenze alimentari. Francesco, milanese di origine giunge ad Alcamo dopo cinque anni di volontario lock-down a Montanea, un ridente paese sull’altopiano della Paganella in Trentino. La causa del suo volontario esilio è stata una auto bomba che a Montanea ha distrutto la sua famiglia. Il trauma è stato metabolizzato e Francesco, invitato dall’amico produttore si ritroverà ad incontrare una nuova cultura, personaggi molto particolari, una produzione web-televisiva sul cibo e suo malgrado anche un intricato giallo da risolvere. Solo la capacità di osservazione sui luoghi, di persone e di fatti lo aiuteranno a risolvere, non solo l’intricata situazione, ma anche a ritrovare una serenità che credeva perduta. Tutto condito con i colori, le emozioni e le prelibatezze di una Sicilia meno “cartolina” del solito.

< “Giallosapevo” che prima o poi qualcuno mi sarebbe venuto a chiedere le ragioni di questo insano gesto – dice Eugenio Mosby Bollani ovvero quello di aver scritto un libro giallo. Devo confessare che la mia professione di creativo mi ha fatto conoscere tante storie, persone, aziende, realtà impegnate nel sociale. Allora ho pensato di farle conoscere e vivere, in modo diverso a Francesco Rossini, il protagonista di queste avventure, che oltre a cercare di risolvere “il caso” avrà la possibilità di vivere incontri ed esperienze davvero significative.>

RECmedia comunicazione e promozione

C'erano Rossini, Ginevra e i cannoli siciliani" di Mosby Eugenio Bollani -  Sardegna Reporter


Categorie:Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: