Catrine Clay, “Gli uomini che sfidarono il nazismo”, Newton Compton Editori

Nel suo saggio “Gli uomini che sfidarono il nazismo”, Catrine Clay, pluripremiata
documentarista per la BBC, propone ai lettori un’analisi lucida, puntuale ed esaustiva di un aspetto molto particolare della storia tedesca.

SINOSSI: Dopo il 1933, con l’avvento del regime nazista, i cittadini tedeschi che non avevano mai votato per Hitler – di gran lunga la maggioranza del Paese – si trovarono del tutto impreparati: alcuni fuggirono, altri finsero di sostenere il Führer per evitare di essere denunciati, altri ancora vennero uccisi. La propaganda di partito e le notizie false riuscirono a dare l’idea, dentro e fuori dalla Germania, che non esistesse un dissenso interno. Gli orrori del nazismo sono temi ben noti a chi studia la storia della seconda guerra mondiale, ma si sa poco di coloro che hanno vissuto in prima persona l’ascesa del nazismo. Catrine Clay racconta le storie personali di chi si oppose al regime. Sono molti, infatti, i nomi di persone del tutto ordinarie che scelsero di resistere: insegnanti, avvocati, operai di fabbrica e portuali, casalinghe, negozianti, membri della chiesa, sindacalisti, ufficiali dell’esercito, aristocratici, socialisti e comunisti. Questo libro racconta la storia degli uomini e delle donne che si trovarono ad affrontare l’orrore e a prendere decisioni impossibili.

Attraverso il punto di vista di sei differenti protagonisti, l’autrice ci mostra come non tutti i cittadini tedeschi fossero d’accordo né con l’elezione del Führer né con le scelte operate del regime nazista. Bernt Engelmann, Fabian von Schlabrendorff, Rudolf Ditzen, Irma Thälmann, Fritz-Dietlof von der Schulenburg (detto Fritzi) e Julius Leber e le loro famiglie sono i rappresentanti che Catrine Clay sceglie per dare voce a tutti coloro che furono testimoni di un orrore crescente ma di cui fu inizialmente difficile riconoscere la reale portata. Questi uomini e queste donne, così come tanti altri cittadini tedeschi, divennero i protagonisti della spaccatura interna creatasi in Germania negli anni che precedettero lo scoppio della seconda guerra mondiale, vittime innocenti e tenute nascoste da un regime che non ammetteva dissensi di sorta e che non si fece scrupoli ad annientare anche coloro che
appartenessero alla razza ariana più pura pur di perseguire i propri scopi.
“Gli uomini che sfidarono il nazismo” è un saggio sì impegnativo per l’importanza delle tematiche trattate ma che risulta comunque molto piacevole da leggere e facilmente fruibile ai lettori, esperti o meno in materia.

Catrine Clay riporta infatti le storie dei protagonisti in modo coinvolgente, spiegando in maniera divulgativa i fatti storici e raccontando scene di vita quotidiana con dialoghi di sua creazione ma perfettamente plausibili con il contesto. Molto interessante inoltre anche la documentazione fotografica dell’epoca che correda i vari capitoli e che contribuisce a rinforzare quel legame emotivo e psicologico che l’autrice instaura con i lettori.

Voto: 5/5

Caterina Franciosi

Gli uomini che sfidarono il nazismo - Newton Compton Editori


Categorie:Libri, Storico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: