Il Giappone è (davvero) per TUTTI

Chi è appassionato di viaggi, sicuramente quest’anno avrà sofferto la carenza della vitamina V(iaggiare). La speranza è che il 2021 sia un anno di sogni da realizzare.
Potrebbe essere la giusta occasione per fare quel viaggio in Giappone che avete sempre rimandato per paura dei costi o dell’ignoto verso una terra così lontana ed esotica. Con qualche accortezza e la giusta pianificazione, vi posso garantire che il Giappone è davvero alla portata di tutti. Un paese accogliente, una civiltà fluttuante in un armonioso contrasto fra tradizione e modernità, con uno spirito forte e pieno di un inaspettato calore umano e ospitalità.
Il Giappone è più economico di quanto si pensi. È più economico viaggiare qui che in alcuni paesi d’Europa, America e Oceania. Ovviamente tutto dipende dai vostri standard, ma se non avete pretese di lusso e prestando un po’ di attenzione (soprattutto finché non prendete confidenza con gli Yen) scoprirete che è possibile pianificare un viaggio low-cost!

Alloggio e trasporti: Prenotando in anticipo il volo aereo e cercando l’alloggio su uno dei tanti siti dedicati ai viaggi potrete trovare offerte davvero vantaggiose. I business Hotel di fascia medio-bassa sono molto economici, soprattutto se si viaggia in coppia, e ci sono molte catene di ottima qualità che permettono di ottimizzare i prezzi.  Dopo il volo aereo, la voce di spesa più alta sono i trasporti interni, ma facendo il Japan Rail Pass, un abbonamento da 7, 14 o 21 giorni potrete muovervi lungo tutto il Giappone in treno. Coprendo le principali tratte di interesse turistico vi permetterà di contenere le spese e godervi il viaggio senza pensieri. Per il resto, spostarsi a piedi è il modo migliore per visitare le città e i villaggi. Sconsiglio l’utilizzo dell’aereo per spostarvi all’interno del Giappone. È molto meglio spostarsi in treno e magari prevedere delle tappe lungo il percorso per le tratte più lunghe per ottimizzare tempo e costi. Da qui in poi, il resto è tutto in discesa!

Cibo: Se pensate che la cucina giapponese si riduca al sushi, siete fuori strada. La sua cucina è incredibilmente variegata e nutriente. Basta frequentare i mercati per farsene un’idea. Ed è proprio lì che ogni palato potrà essere soddisfatto. Dalle polpette, agli spiedini, dalla carne al pesce, perfino la pasta. La cucina giapponese sedurrà anche i più scettici. Il cibo è veramente accessibile: ci sono molti locali che servono buon cibo a modici prezzi, anche nelle catene o nei supermercati. Molto consigliato anche lo street-food, potrete infatti scovare molti cibi di strada dai gusti squisiti oltre che economici. Aspetto da non sottovalutare, per aiutarvi a capire meglio cosa aspettarvi di mangiare, la maggior parte dei ristoranti espone i propri piatti in versione realistica!

Attrattive: Il Giappone è ricco di santuari e templi meravigliosi, la grandissima maggioranza dei quali è a ingresso libero. Anche molti giardini buddisti si possono visitare gratuitamente, così come musei e gallerie d’arte. Inoltre l’attrattiva migliore è quella di passeggiare nelle città o nel villaggio dove si alloggia, perdersi per i vicoli è la parte più affascinante del viaggio.

Paura dell’ignoto: non è importante che tu sia ai tuoi primi viaggi oppure un viaggiatore più esperto. I giapponesi sono un popolo molto più aperto al turismo di quel che si può pensare. Oggi quasi tutti, soprattutto coloro che hanno a che fare con il turismo, parlano inglese, e comunque si faranno in 4 per farsi capire. Grazie alla cordialità delle persone, alle strutture impeccabili, all’ottimo sistema di trasporti pubblici, vedrete che l’esotismo di questo Paese è alla portata di mano di tutti.

Un aneddoto: Per raggiungere la città di Nara da Kyoto, il mio compagno ed io abbiamo dovuto cambiare un paio di treni. L’addetta ai biglietti molto gentilmente ci ha mostrato una mappa e degli orari di treni indicandoci tutto ciò che c’era da sapere. Ci siamo allarmati quando abbiamo letto che dovevamo fare un cambio treno in soli tre minuti (pensando ai cambi all’italiana lo ritenevamo impossibile). Scesi alla stazione ci è semplicemente bastato seguire delle linee colorate che indicavano il nostro binario senza dover leggere nemmeno un cartello, abbiamo tranquillamente attraversato tutta la stazione per prendere la nostra coincidenza nei tre minuti previsti e siamo addirittura restati in attesa del nostro treno per ben un minuto e mezzo!

Accessibilità: Il Giappone è un Paese per tutti, a mio avviso il Paese più accessibile che abbia mai visto fino ad oggi. A parte la zona più antica di Kyoto, le altre città del Giappone hanno un totale abbattimento delle barriere architettoniche, se volete pianificare in anticipo gli spostamenti esistono delle Applicazioni per smartphone per controllare gli orari e le tratte della metropolitana e del servizio ferroviario. Le stazioni e i treni sono tutti accessibili, i bagni spaziosi e pulitissimi. Quasi tutti gli hotel e alloggi sono dotati di ascensore, così come negozi e luoghi di attrazione.

Ansia per i figli: Il Sol Levante è meraviglioso per viaggiare con i bambini, è un paese ultrasicuro e pulitissimo con molte accortezze per i bambini piccoli. Alcuni esempi pratici? In Giappone i bagni pubblici sono ovunque e molto puliti. Sono quasi sempre dotati di fasciatoio e addirittura un seggiolino attaccato al muro, per posare il bambino mentre si usa il bagno. In Giappone, l’allattamento è visto come un fatto privato e per questo in tantissimi posti esiste la cosiddetta “nursery”, una stanza dove poter allattare il proprio bambino in tutta tranquillità e privacy.

Telefonia e wifi: Il collegamento Wi-fi è disponibile un po’ ovunque, ma spesso è riservato a chi acquista una sim card locale, disponibile in aeroporto e in tutti i negozi di elettronica del Paese. Ci sono comunque diversi hot spot gratuiti nelle stazioni ferroviarie e nelle zone più turistiche. Per me la soluzione migliore rimane comunque il pocket WiFi, un dispositivo a cui collegare il vostro smarphome e navigare quanto volete (batteria ha una lunga durata, di 10, 12 ore). Questa è la soluzione migliore per chi vuole essere sempre connesso anche quando è in giro per la città, per sentirsi più sicuro nell’orientamento (utilizzando per esempio il GPS, Google maps, applicazioni varie per ristoranti, ecc.) o per chi vuole essere sempre in contatto o reperibile tramite WhatsApp, Telegram social network e tutte le varie App utilizzabili con internet e quindi senza dover pagare la tariffa per le chiamate.

Non abbiate paura di vivere ogni esperienza che questa città ha da offrirvi, trovate un ryokan dove pernottare, sedetevi su un tatami indossando uno yukata, fate il bagno nudi in un onsen. Ogni esperienza che vorrete vivere, grazie alla cordialità dei giapponesi e all’efficienza della società, sarà possibile.  



Categorie:Senza categoria

Tag:, , , , , , , ,

5 replies

  1. Uno dei miei sogni nel cassetto. Adoro il cibo, la cultura e i giardini giapponesi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: