IL NIDO DELLE CICALE di Anna Martellato Ed. Giunti Editore

“… Solo la Terra compie il miracolo di restituire vita alla morte.
L’incanto del divenire era l’unico balsamo che riusciva a dargli pace e a rischiarare le sue tenebre…”
.
Lo sa bene Luca, quel ragazzino un tempo spavaldo che ora, diventato uomo, si dedica alla terra, coltivando campi di lavanda ed erbe officinali.
Solo la natura, con i suoi colori e profumi riesce a mitigare quel dolore nascosto nel suo cuore, quel passato doloroso che non riesce a dimenticare…

“… Inizio’ piano a camminare a occhi chiusi. Un piede davanti all’altro. Lentamente, molto lentamente.
Allargò anche le braccia.
Respira, occhi chiusi. Respira e cammina.
Sentiva le spighe di lavanda accarezzare i palmi aperti. Riusciva a sentire la vibrazione delle ali delle api. Essere lì, in mezzo a quel profumo, era vita…”

.
Lo stesso dolore lo conosce bene anche Mia, la cui vita all’apparenza perfetta crolla in un attimo come un castello di sabbia quando scopre il tradimento di Alessio, il suo compagno.

Mia e Luca sono amici da sempre, e insieme a Mattia, il fratello gemello di Mia, hanno sempre formato un trio perfetto! Poi la tragedia. Quella maledetta notte che nessuno di loro riesce ancora ad accettare, a comprendere, a perdonare e che ha portato Mia a scappare, a lasciare tutto e andare via.
.
Dopo vent’anni di assenza Mia ritorna a casa, nella grande villa di famiglia in cui vivono ancora sua madre Vittoria ed Efra, la sua tata, la sua confidente, la sua consolatrice.
.
“… Efra, minuta, curva, la pelle trasparente e la vita stretta in un grembiule, l’onnipresente grembiule. Aveva 92 anni era le loro fondamenta e la loro radice, anche se non condividevano una stilla di sangue.
Efra era una specie di nonna, ma era più di una nonna.
Lo era stata per Vittoria quando era piccola, come lo era stata per lei e suo fratello.
Era un rifugio e insieme una finestra sul mondo che li incoraggiava, li appoggiava e mai avrebbe frenato o spento nessun sogno, nessuna ambizione.
Era quell’abbraccio che mancava, quella consolazione che serviva….”

.
Mia e Luca, due anime smarrite, che unite sapranno rinascere, e perdonare…

Un romanzo che toccherà le corde più profonde del vostro cuore, emozionandovi, commuovendovi e regalandovi quella speranza e quella forza di cui tutti abbiamo bisogno.
Perché curare le ferite dell’anima è possibile, così come lo è rinascere dopo un lungo sonno, proprio come fanno le cicale che per tanti anni restano nascoste sotto terra e poi piano piano tornano alla luce, si trasformano e volano librandosi nel cielo!

Un inno alla vita, all’amore, alla speranza.

Il nido delle cicale - Giunti


Categorie:Libri, Narrativa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: