ADMIRA E BOSKO – SARAJEVO 1993 di Miriam Tahri e Andrea Roccioletti

Il libro che andrò a recensirvi oggi è piuttosto piccolino (55 pagine) ma il suo contenuto è davvero intenso e spettacolare!

Trama: Due ragazzi, lei musulmana e lui cristiano, tengono vivo il loro amore in una Sarajevo sotto assedio. Sono i Giulietta e Romeo contemporanei, protagonisti dell’eterno conflitto tra odio e amore. Una storia vera del nostro recente passato che riverbera ancora oggi sul nostro tempo presente.

Scritto da Miriam Tahri e Andrea Roccioletti il mini romanzo tratta, utilizzando la tecnica del diario personale misto a romanzo oggettivo, la storia vera di
Admira Ismic e Bôsko Brkic, musulmana lei e cristiano ortodosso lui.
I due fidanzati sono passati alla storia come i “Romeo e Giulietta di Sarajevo” in quanto lui era serbo e lei bosniaca vissuti durante l’assedio di Sarajevo, episodio della guerra in Bosnia ed Erzegovina avvenuta tra il 1992 e il 1996 che vedeva scontrarsi i serbi contro i bosniaci; come i due protagonisti shakespeariani anche loro trovarono la morte, nel lontano 19 maggio 1993 uccisi a soli 25 anni da un cecchino.

Tahri e Roccioletti cercano di raccontare questo triste evento della storia contemporanea dal punto di vista dei due ragazzi, narrando sul come cercano di vivere la loro quotidianità e il loro amore nonostante l’odio che si dissemina in città. Ed è proprio questo il tema centrale: l’amore che supera l’odio. Emblematica è stata, infatti, la famosa fotografia che li ritrae privi di vita abbracciati come per proteggersi dai colpi del cecchino (ben 25) a simboleggiare come l’amore e il superamento dei pregiudizi siano più forti di qualsiasi cosa, compresa la guerra.

Lo stile è semplice e scorrevole. Non abbiamo una caratterizzazione dei personaggi ma questo non importa, anzi è quasi irrilevante, perché non va a intaccare lo scopo del romanzo: far conoscere al lettore una storia di vero amore avvenuta più di 25 anni fa e allo stesso tempo un episodio triste e cruento della Storia europea.
Il libro presenta inoltre una particolarità: i libri sono numerati a ritroso, ossia da -55 a -1, come se volesse fare il countdown che parte dall’incontro dei due protagonisti nel lontano 1984 fino al tragico finale.

Confesso che io personalmente non conoscevo la storia di questa coppia (all’epoca dei fatti ero una bambina piccola) e leggere questo mini romanzo è stata una piacevole scoperta.

a cura di Amando Libri




Categorie:Libri, Narrativa, Senza categoria

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: