IL PUPARO di Salvo Lecce e Cataldo Cazzato

Villapolizzi, Sicilia. Giacomo Reale è un giovane uomo che nella vita è riuscito a realizzare il sogno di rendere una passione il suo lavoro: fare il fotografo. Lui che da sempre si arrangia in tutto, che riesce a sistemare uno stereo senza difficoltà così come un computer o qualsiasi altro oggetto che gli capiti a tiro, si trova coinvolto in una situazione tale da costringerlo alla fuga.

SINOSSI Giacomo Reale è un fotografo siciliano che vive un’esistenza tranquilla in un piccolo borgo arroccato sulle Madonie. Tutto cambia quando, incaricato di curare il servizio fotografico per le nozze della figlia di don Ninì Buttafava, famigerato boss mafioso soprannominato “’u Puparu”, rimane invischiato in un drammatico quanto oscuro fatto di sangue. È l’inizio di un vero e proprio incubo, fatto di fughe rocambolesche e sofferti compromessi, di amori passionali e vili tradimenti. Sullo sfondo di una Sicilia selvaggia e genuina, continuamente braccato da spietati uomini d’onore, Giacomo sarà costretto a ricorrere all’aiuto del suo migliore amico e di altri strani personaggi, prima di trovare una complicata via d’uscita. L’unica in grado di salvargli la pelle. Ma riuscirà a imboccarla in tempo?

RECENSIONE

«Ci sono momenti nella vita in cui non è possibile sottrarsi a determinati accadimenti.»

Eh sì, perché Giacomo dopo aver visto Maria Carmela Buttafava, figlia del pluriricercato latitante mafioso, Ninì Buttafava, detto “U’ Puparo”, se ne innamora. E come resistere, d’altra parte, a una così sinuosa e rara bellezza? Una infatuata che gli costa cara soprattutto quando la giovane donna scompare nel nulla per poi essere ritrovata nelle sue spoglie ormai prive di vita.

Giacomo, detto “Scala Reale”, è un ragazzo semplice, dalla bellezza e i tratti genuini e dall’indole ingenua ma sa anche bene che quel che ha visto, quell’oggetto rinvenuto sul luogo del ritrovamento e i pregressi fatti, rappresentano una combinazione di fattori che non ammettono scelta diversa dalla necessità di una fuga imminente. Perché U’ Puparo non perdona.

È da queste brevi premesse che ha inizio “Il puparo”, opera a quattro mani di Salvatore Lecce e Cataldo Cazzato. Quello proposto dal duo è un thriller ben costruito, solido, ben articolato che coinvolge il lettore e lo incuriosisce nella narrazione. Cosa ne sarà di Giacomo? Riuscirà a scamparla? Riuscirà a scoprire chi è l’artefice del delitto che vede quale protagonista siffatta femme fatale?

Coinvolgente, rapido nelle sequenze, fluido, diretto nell’esposizione e avvalorato dall’utilizzo del gergo locale per rendere ancora più veritiero il quantum, “Il Puparo” è un romanzo che conduce per mano e che si fa divorare con grande rapidità.

Oltre che a una trama solida e ben architettata grande merito dei due autori è quello di riuscire a narrare come se fosse una voce unica a parlare. Una perfetta fusione delle due penne, la loro, che avvalora quel mistero sotteso e che dietro le apparenze porta anche a una riflessione su un tema attualissimo, quello della realtà mafiosa, e di tutto quell’onore e quei dogmi che gli ruotano attorno.

Un puzzle magistralmente ricostruito per una storia da leggere e rileggere. Buona lettura!

Amazon.it: Il puparo - Lecce, Salvatore, Cazzato, Cataldo - Libri


Categorie:Gialli & Thriller, Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: