Non solo Halloween

Non siamo in America, ma ormai anche qui in Italia se dici zucca il pensiero corre subito alla famosa festa di Halloween che si celebra il 31 ottobre, a ridosso della festa dei morti italiana. Di solito si espone questo ortaggio intagliato, il più delle volte in modo macabro, fuori dalla porta o sui davanzali di casa.


Le origine della festa si perdono nel tempo, alcuni studiosi rintracciano le prime avvisaglie di questa festività già nell’antica Roma, collegandola alla festa dedicata a Pomona, dea dei frutti e dei semi, mentre tesi più valide le danno origini Celtiche legate alla festa di Samhain, la fine dell’estate.
In seguito grazie alle immigrazioni verso il nuovo mondo e alla multi-culturalita la festa ha assunto un’importanza diversa e attualmente è più dedicata ai bambini, che mascherati vanno di casa in casa a fare il classico dolcetto o scherzetto, ma ha anche con un risvolto più consumistico, grazie a feste e serate a tema spaventoso che ormai non si limitano più solo alla serata in questione.

Visualizza immagine di origine


In tutto questo regina incontrastata della festa è la zucca!
Disegnata, intagliata ed esposta, la zucca non si ferma solo a questo. Appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee è un ortaggio dai molteplici impieghi, viene comunemente usata in cucina: cucinata al forno, cotta al vapore, insaporisce risotti minestre e gnocchi, basta usare un po’ di fantasia e sperimentare, perché con il suo sapore pieno e dolce è un alimento consigliato nelle diete ipocaloriche grazie al basso contenuto lipidico e glucidico, che viene compensato con una elevata fonte di fibre.


Non solo polpa ma anche semi, sì perché una volta estratti e lasciati asciugare, si possono tostare al forno e diventare cosi un ottimo spuntino da sgranocchiare magari mentre si fa sport o comodamente seduti sul divano. Inoltre dai semi si può ricavare anche un delicato olio, ricco di acido oleico e linoleico, che svolge svariati benefici fitoterapici.
Inoltre la polpa della zucca tende ad asciugarsi mentre la scorza si indurisce fino a diventare legnosa, per questo si è sempre prestata a mille usi .
In passato i contadini avevano l’abitudine di usare la zucca vuota come contenitori per il vino o le spezie, oggi diventano originali centrotavola o porta candele. Quindi dalla più comune e tondeggiante zucca arancione di halloween, passando per quella allungata napoletana o alla zucca violina, degustando e la zucca spaghetti, ci imbattiamo in una molteplice e variopinta tipologia di zucche diverse, per l’esattezza ne esistono 500 varietà diverse, che fanno riferimento a 15 specie, tra esse ci sono quelle commestibili e quelle puramente decorative, in ogni caso con le loro strane forme e i vivaci colori mettono allegria, riuscendo ad abbellire e decorare gli spazi facendo assaporare nel gusto e nel ambiente le prime avvisaglie di un autunno dai toni caldi e arancioni.



Categorie:Curiosità, Festività, Relax e libertà

Tag:,

1 reply

  1. una festa che mi ha lasciato del tutto indifferente

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: