ANIA TOMICKA: mette in scene nei suoi dipinti la Magia e l’ignoto

Ho avuto l’immenso piacere di aver intervistato, un’artista polacca, classe 1985, di grandissimo talento. Per me è un vero onore ospitarla tra le pagine di LIFE FACTORY MAGAZINE, una straordinaria, nonché geniale interprete dell’arte contemporanea:


Ania Tomicka @ania_tomicka

Ania, ispiratasi al movimento Pop Surrealista americano, mette in scene nei suoi dipinti la Magia e l’ignoto. Con questo surrealismo lei è libera di rappresentare ciò che è la sua intima visione, quella che in quel momento appartiene alla sua mente. Esprimendo un mondo infinito di sensazioni, il suo personalissimo stile, incanta e non passa mai inosservato!

Ania sei ritenuta un talento artistico internazionale, quali sono stati i tuoi primi passi nell’arte. Perché hai iniziato a dipingere? Ho iniziato a disegnare e dipingere fin da piccola. All’inizio, un po’ come tutti i bambini, disegnavo quello che mi passava per la mente, poi però ho provato il desiderio di imparare di più ed ho iniziato a copiare tutto quello che potevo. Mi ricordo copie di manga, di riviste naturalistiche e qualche ritratto, il tutto fatto con matite, fusaggine, tempere e pastelli. La pittura ad olio mi è stata fatta conoscere da un insegnante delle medie ed è stato subito amore; ero impressionata dalla versatilità e dalla bellezza di questa tecnica.

Sei arrivata in Italia a soli 9 anni. Cosa hai portato con te della tua Polonia, che noi possiamo ritrovare nei tuoi dipinti? Essendo stata così piccola, purtroppo non credo di avere influenze della mia cultura. Soltanto adesso sto riscoprendo grandi pittori polacchi a cui vorrei ispirarmi e rendere omaggio. Uno in particolare è Zdzislaw Beksinski. Sono ormai diversi anni che leggo ciò che posso su di lui e guardo con ammirazione le sue opere.

Il trasferimento in Italia è stato importante nel tuo percorso di crescita artistica? Assolutamente! Essere circondata da così tanta bellezza artistica è stato fondamentale, soprattutto dopo il mio trasferimento a Firenze, dove ho scoperto la maggior parte della pittura che ammiro ancora adesso.

Quale scuola che tu hai frequentato, ha contribuito, in maniera determinante, nella tua formazione artistica? Ho frequentato diverse scuole e, per quanto riguarda la formazione artistica, la più utile è stata la NEMO, dove ho frequentato un corso triennale di e-design. Ma l’esperienza più determinante è stato un workshop con Roberto Ferri e Giorgio Dante fatto nel 2017, dove per la prima volta ho potuto vedere due grandi maestri dipingere dal vivo ed insegnarmi qualcosa di pratico per quanto riguarda la pittura ad olio. Cosa che nelle due accademie di belle arti che ho frequentato era un’utopia. Spero che le cose adesso siano cambiate.

A che cosa ti ispiri per realizzare le tue opere? Negli ultimi anni mi ispiro principalmente ai grandi maestri del passato e al mio mondo interiore, alle paure e alle malinconie della vita.

Sei anche insegnante d’arte. Ricevi maggiori soddisfazioni nella tua scuola con gli allievi, o realizzando le tue opere artistiche? Sono due emozioni molto diverse per me. Vedere un allievo finire il quadro ed esserne soddisfatto mi da una grande gioia, mentre finire una mia opera crea un’emozione più complessa, soprattutto perchè non tutte vengono fuori come uno vorrebbe e a volte si possono scoprire diverse cose su se stessi. Inizio sempre con un’idea precisa, ma i quadri alla fine fanno quello che vogliono.

Grazie mille

Voi cosa ne pensate?
Scrivetelo qui
(Mi piace ascoltare le vostre critiche o apprezzamenti per poterci confrontare)

Al prossimo Artista

Valeria
Art Promoter



Categorie:Arte&Artisti, interviste

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: