Ciro Napoletano: La scelta del genere musicale è legata tantissimo al mio immaginario attuale

Il giovane cantante Ciro Napoletano si racconta a Life Factory Magazine

Ciao, Ciro. Raccontaci un po’ di te. Come è nata la tua passione per la musica? La mia passione nasce, credo, in maniera naturale. La cosa buffa è che quand’ero piccolo e mia madre metteva la musica dello stereo a volume alto mi dava fastidio, però ero anche molto appassionato di musica, tanto che mi feci regalare una tastiera e da lì cominciai a cantare e a suonare un po’ (anche se non mi dedicavo alla scrittura). Poi col passare del tempo, grazie al teatro, è venuta di nuovo fuori la parte artistica di me, quindi poi la musica è ritornata nella mia vita a 360 gradi.

La scelta del tuo genere musicale R&B, a cosa è dovuta? È stata casuale o c’è una motivazione precisa? La scelta del genere è legata tantissimo al mio immaginario attuale, al mio modo di vedere le cose e di vivere la vita. Io abbino tantissimo i suoi alle immagini e quando determinati suoni sono simili a cose che trovo congruenti con la mia persona, mi viene naturale scrivere, trovare melodie o comporre nella loro totalità i pezzi. Più che casuale è stata una scelta voluta perché c’è stato impegno, c’è stata ricerca, c’è stata la voglia di affacciarmi a un genere che guardavo sempre da lontano ma mi affascinava. L’ho sempre sentito molto vicino a me quindi l’ho voluto fortemente.

Hai anche studiato recitazione. Quest’arte ti ha aiutato anche nella musica o sono due mondi completamente diversi? L’arte della recitazione mi ha aiutato tantissimo perché dal momento che non scrivi solo di te ma anche della vita di chi ti circonda, inserendo dettagli che non ti appartengono, il mettersi nei panni degli altri, in qualche modo vivere la loro vita, tutto questo succede anche con la recitazione. Anche se, in realtà, sono due mondi molto diversi. C’è un grosso divario tra i due, nonostante, per me, si applichino concetti abbastanza simili per la creazione di quello che stai andando a fare. Io, però, ho notato che c’è molta più libertà d’espressione nella musica, perché ho io la libertà di scegliere come e cosa scrivere, quindi cosa raccontare. Con la recitazione questo non l’ho trovato perché in quest’ambito devi sempre stare alle direttive di qualcun altro.

Chi ti è vicino, famiglia, amici, fidanzata, sostiene questa tua passione o immagina per te un lavoro diverso? Magari più “stabile” e  “sicuro”. Chi mi è vicino mi sostiene, perché vede il talento che io invece vedo sempre in minima parte. Le persone che mi sono accanto credono tantissimo in me e questo è importante perché quando gli altri credono in te, soprattutto se sono le persone a cui tu vuoi bene, ti dai di più la forza di continuare, di crederci. A quel punto non ti senti uno stupido o un illuso.

Sicuramente i miei cari ripongono la speranza che io possa vivere di questo, un giorno. Sicuramente questo non è un lavoro come gli altri, arrivare è difficile, quindi da parte loro un po’ di preoccupazione c’è, com’è normale sia, ma c’è sempre sostegno da parte loro. Soprattutto, poi, non c’è invadenza nelle mie scelte di vita.

Non voglio dare anticipazioni, ma le cose ultimamente stanno andando bene e sempre meglio, quindi anche loro sono più sereni e sempre più convinti.


Foto a cura di Marco Bernardini

Progetti per il futuro? Cercare di fare sempre meglio, creare un livello sempre più alto nei miei futuri progetti e di fare della musica un lavoro a trecentosessanta gradi, per poter vivere di quello che mi viene meglio nella vita.



Categorie:Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: