MAIDA BOVOLENTA: A quel punto scrivere divenne un modo per lasciare andare quello che mi opprimeva dentro

Hola readers, bentrovati su Life, ecco a voi una nuova intervista tutta da leggere. Ho fatto due chiacchiere con Maida Bovolenta, autrice di ‘Ti sento ogni notte’ un romanzo breve ma ricco di emozioni, una storia di speranza e di rinascita.

-Ciao Maida, felice di ospitarti sulla nsotra rivista, raccontami di te, chi è Maida nella vita? Ciao Emanuela, innanzitutto ti ringrazio per l’opportunità che mi hai dato di farmi conoscere. Sono una “ragazza” di quarantasette anni, vivo in un paesino in provincia di Pavia e ho una laurea in scienze infermieristiche. Fare l’infermiera è sempre stato il mio sogno sin da piccola. Mi ricordo ancora oggi la felicità di quando, intorno ai sette anni, mio fratello mi regalò la bambola in formato mignon di Candy Candy. Fu amore a prima vista e da lì iniziò il mio percorso per avvicinarmi a svolgere quella che è sempre stata la mia unica passione. Per motivi personali ho dovuto lasciare il lavoro troppo presto, ma realizzare un sogno rimane comunque una grande soddisfazione.

-Quando è nata la tua passione per la scrittura? Ho sempre avuto dei diari segreti su cui appuntavo le cose che mi accadevano e le varie riflessioni. Quattro anni fa, su suggerimento di un’amica, decisi di aprire un mio blog
(cuoreruotante.wordpress.com). Non sapevo neanche di cosa si trattasse in realtà e non potevo neppure immaginare che mi sarei confrontata con altre persone. Ho iniziato a raccontare di tutte le cose che mi incuriosivano fino a quando la vita è tornata a sconvolgere le mie giornate. A quel punto scrivere divenne un modo per lasciare andare quello che mi opprimeva dentro, ma anche un tentativo per spronare il lettore a prendersi cura di sé. La pubblicazione degli articoli che riguardavano quello che mi accadeva, o che sentivo raccontare nelle realtà altrui, divenne sempre di più passione, tanto che cambiai il modo di redigerli, non ne ero più io la protagonista ma narravo quello che vivevo dando voce ad altri personaggi. Mettendoci sempre più impegno, finché diversi blogger iniziarono a spronarmi affinché pubblicassi un racconto più lungo. Non credetti di riuscirci, temporeggiai per molto tempo, finché non arrivò l’idea di “Ti sento ogni notte”.

Copertina (1)

-Oltre a scrivere sei anche un’accanita lettrice? Se sì chi è il tuo autore preferito?
Ho sempre letto tantissimo, spaziando nei vari generi con preferenze “a periodi”. Non ho un autore preferito, leggo veramente di tutto.

-C’è una frase che ti ripeti spesso, che ti rappresenta o ti ricarica? Senza nessun dubbio: “Le cose belle hanno il passo lento” di Antonio Cuomo. (è anche lo slogan del mio blog) Io, che sono sempre stata una persona che andava di fretta, quasi a volere “tutto e subito”, ho imparato che quello che realmente conta non sempre è immediato e che l’attesa viene spesso ripagata da cose meravigliosamente inaspettate.

-Come è nata che idea di scrivere “Ti sento ogni notte“? Ti sei ispirata a qualcosa di realmente accaduto?
L’idea è nata durante una chiacchierata notturna con un amico che come secondo lavoro fa il dj in una radio locale. La storia è in parte autobiografica anche se è molto romanzata per non appesantirne la lettura.

Foto 2 (1)

-Progetti per il futuro? Quando leggeremo un nuovo racconto?
Sto ultimando la stesura di una nuova storia. Una volta sicura del testo, lo presenterò ad una editor nella speranza che possa avere il suo spazio anche nelle librerie fisiche. Se così non sarà, lo pubblicherò di nuovo in self.

Grazie a Maida per questa intervista, aspetto il tuo nuovo libro.

Un abbraccio a tutti voi!!!



Categorie:Autori, Senza categoria

4 replies

  1. Conosco il lavoro di Maida, la sua passione per la lettura e la scrittura e il suo slancio nell’aiutare il prossimo. Il suo primo romanzo merita assolutamente di essere letto e so che il prossimo sarà ancora meglio. 👍🏻😁

    Piace a 1 persona

  2. Grazie ancora Emanuela, è sempre bello parlare con te 💖

    "Mi piace"

  3. Maida è una grande persona prima che una brava scrittrice.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: