Dario Ballantini: l’arte è un percorso che nessuno mi impedirà di fare

Abbiamo il piacere di intervistare Dario Ballantini. Toscano di nascita forse non molti sanno che ha studiato al liceo scientifico sperimentale di Livorno con indirizzo Artistico, ed è stato allievo del prof.re Cocchia. Dopo il diploma inizia il suo interessamento al palcoscenico e si appassiona alle figure del grande Totò, Petrolini ed Alighiero Noschese. Nonostante questa passione ritorna al mondo dell’arte e inizia a fare il ritrattista e caricaturista. Nel 1983 inizia la sua avventura di cabaret con l’amico Stefano Ceselli. Il duo approda allo spettacolo Ciao Gente condotto da Corrado Mantoni, nel quale vengono proposte le imitazioni di Bearzot e Falcao. Successivamente appaiono in Pronto, Raffaella? la trasmissione di Raffaella Carrà.
È nel 1994, che Dario Ballantini firma il contratto per Striscia la Notizia di Antonio Ricci. Nonostante l’impegno televisivo, l’artista continua la sua produzione artistica ed espone molte opere in varie mostre italiane ed europee.

Buongiorno Sig. Ballantini, la ringrazio di essere tra le nostre pagine.Com’è riprendere dopo il lockdown? A dire la verità, il dopo Lockdown dal punto di vista di stato d’animo, mi crea non pochi problemi. L’incertezza e l’agitazione di tutti coloro che ora inevitabilmente incrocio, producono un nervosismo e un dialogo con argomento mono tematico che pur comprensibile, mi distoglie troppo dalla svolta riflessiva che mi sono prefissato.

unnamed (12)

Ritiene che qualcosa sia cambiato in questo periodo? Mi auguro che sia cambiato, anche se non in tutti, il punto di vista esistenziale che l’essere stati con noi stessi abbia potuto far riattivare quelle zone del nostro cervello o della nostra anima tenute sotto chiave per colpa del sistema di vita frenetico figlio del consumismo, che a quanto pare e’la direzione della nostra società. Sarà davvero l’unica ed inesorabile? Mi auguro sia cambiato il peso da dare alle parole ed alle relazioni nonché alla fraternità.
Noi la conosciamo principalmente per le sue straordinarie trasformazioni in personaggi famosi. Questo comporta un profondo studio di mimica gestuale, facciale e anche vocale. Inutile chiederle quanto lavoro ci sia dietro, ma potrebbe svelarci qual è stato il personaggio più difficile da interpretare-imitare? Il lavoro che si immagina ci sia dietro, è in effetti lungo, ma dopo tutti questi anni ci sono degli automatismi che gli autori, la regia, il trucco speciale, i costumi ed il mio apporto in tutti questi settori, lo rendono per me quasi agevole e rodato.
Il personaggio più difficile in questo momento è Salvini perché la voce non è semplice ed il look compresi centimetri di barba e taglio capelli varia troppo spesso. Nella mia scuderia è stato difficile l’inizio di Montezemolo, poi con Antonio Ricci, e col supporto di Alvaro Vitali (Versione jean todt) abbiamo  trovato la chiave. Anche la Bongiorno non è stata facile .
Dal 1994 è nello staff di Striscia la Notizia di Antonio Ricci. Ci può raccontare l’impegno lavorativo in un giornale satirico di tale importanza? La mia realizzazione per la puntata di Striscia parte dalla convocazione trucco che si realizza poi  in due ore circa. La lettura dei testi e delle battute sulle quali rielaborare la versione del mio personaggio  per poter aggiungere, modificare ed adattare al luogo dove girerò; mini summit con la troupe (regia trucco audio costumi) e circa altre 2 ore per girare le varie scene. Il filmato poi viene pulito e mandato diciamo lordo alla redazione di striscia. Li gli autori confezionano il netto con loro montaggio a seconda dei tempi e delle cose che funzionano più di altre per scegliere bene e autonomamente.
unnamed (13)
Nonostante l’impegno televisivo, lei continua con la pittura e ha anche realizzato due sculture in bronzo esposte prima a Milano e poi a Roma. Inoltre ha dipinto uno dei coni esposti nei Giardini di Pan all’interno del Vittoriale degli Italiani. Possiamo affermare che l’arte sarà la sua strada quando si spoglierà dei vestiti altrui? Senza dubbio l’arte è partita prima. È stata e rimane una vera passione e non può abbandonarmi dato che non è legata al sistema televisivo. La tv usufruisce del mio prodotto artistico con tempi e modi che non somigliano alla modalità pittorica. L’arte è un mondo che è molto più nelle mie mani, pur essendo  legata anch’essa a volte  a dinamiche che prescindono dalla purezza artistica. Chi fa arte sul serio e non si mette troppo al servizio di quello che possa chiedere il mercato o possano imporre alcuni soggetti egemoni. In definitiva è difficile anche il mondo dell’arte, ma senza dubbio è un percorso che mi potrà difficilmente essere impedito.
I suoi prossimi progetti? Ci sono due mostri in sospeso una antologica con il Comune di Livorno la mia città natale una a Torino alla galleria Malinpensa. Ci sono poi gli spettacoli teatrali uno l’omaggio a Lucio Dalla l’altro l’omaggio a Ettore Petrolini. Al momento sono rimandati, ma riprenderanno prima possibile. In più c’è lo show musicale con imitazioni e cover che fanno parte di una sorta di altra mia carriera, quella degli spettacoli  e delle serate, che non ho mai abbandonato da quando ho iniziato A 19 anni…
Life Factory Magazine la ringrazia per il suo tempo e per questa intervista che ci porta, non solo tra le immagini di Striscia la Notizia, ma anche nel mondo dell’arte. 


Categorie:Arte&Artisti, interviste, Senza categoria, Teatro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: