La casa e il mondo – Rabindranath Tagore

“L’essere umano è molto più delle cose che perde in questa vita.”
Sinossi: Torna nelle librerie italiane, in una nuova traduzione, il romanzo capolavoro di Rabindranath Tagore, primo scrittore non europeo a ricevere il premio Nobel per la letteratura, nel 1913.
All’alba del ventesimo secolo, lo Stato del Bengala è la culla del movimento indipendentista indiano contro la dominazione britannica. Nikhil, proprietario terriero dall’indole mite e spirituale convinto che il tumulto che sta agitando il paese possa essere risolto in modo pacifico, vede presto irrompere la tensione anche tra le mura del suo palazzo: quando la moglie Bimala esce dall’isolamento del gineceo per fare la conoscenza di Sandip, leader radicale pronto a utilizzare qualsiasi mezzo per ottenere l’indipendenza, la donna rimane inevitabilmente attratta dal suo carisma e dalle sue idee in merito al futuro del paese. Si delinea così un pericoloso triangolo, in cui i due uomini, che rappresentano due modi differenti di interpretare la causa indiana contro l’imperialismo, diventano rivali anche nel campo degli affetti. Intanto Bimala, che insieme alla coscienza politica vede risvegliarsi il suo anelito verso l’emancipazione femminile, dovrà cercare di risolvere quell’opposizione tra «la casa e il mondo», apparentemente inconciliabile. Con una prosa elegante e raffinata, il romanzo tratteggia un personaggio femminile forte, coinvolgente sia dal punto di vista emotivo che da quello simbolico.
Estratto:
“Nel migliore dei casi noi uomini possiamo donare il nostro potere, ma le donne danno se stesse. Danno la vita, il nutrimento: sono questi i veri doni.”
Recensione:
Un romanzo unico e prezioso. Per me Tagore si conferma di nuovo il Maestro che ho conosciuto attraverso le sue poesie.
Tre personaggi principali, tre narrazioni in prima persona.
Lei, Bimala, nel mezzo. Lui, Nikhil, nel Bene. L’altro, Sandip, nel male.
Questo romanzo apparentemente politico rivela la metafora del patriottismo per condurre a noi un insegnamento prezioso delle leggi della Verità. Decidere cosa sia giusto o cosa invece è solo frutto di un ego piuttosto che di un altro fino a condurci all’offuscamento della realtà.
La coppia di maharaja troppo perfetta per essere lasciata vivere serena mentre percorre la tranquilla via della verità. Sotto le vesti di amico fidato, Sandip Babu approfitta dell’accoglienza in casa degli sposi e assume le vesti di diavolo tentatore insinuandosi nella mente di Bimala attraverso l’idea comune in difesa del Bengala e appoggiando il movimento d’indipendenza Swadeshi.
Lei è la protagonista nel mezzo che detterà le sorti di tutti gli altri. Mentre l’intera famiglia si accorge delle intenzioni dell’amico divenuto ormai un fanatico indipendentista; Bimala viene ammaliata e soggiogata perché la sua passata carente autostima inizia a cambiare fino a farla vaneggiare nel credere di diventare la Shakti energia femminile creatrice risorta del suo amato paese, il Bengala.
“Diamo vari nomi a questa sofferenza, sfumature buone o cattive a seconda delle storie che leggiamo nei libri, ma il dolore tormentoso che sgorga da un cuore straziato e si riversa nell’abisso della notte che nome ha?”
Un romanzo intenso e appassionante che farà affezionare a Bimala e alla figura femminile che rappresenta nell’India di quegli anni.
Assolutamente da leggere!
La casa e il mondo


Categorie:Libri, Narrativa, Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: