Il Portale degli Obelischi – da N.K. Jemisin

Il Portale degli Obelischi è il secondo volume della trilogia “La Terra Spezzata”, scritta da N.K. Jemisin, edita da Libri Mondadori per la collana Oscar Fantastica. La serie è composta da; La Quinta Stagione (2019), Il Portale degli Obelischi (2020) e Il Cielo di Pietra (prossimamente).
“La Stagione della fine si fa sempre più buia, mentre la civiltà sprofonda in una notte senza termine. Essun ha trovato un luogo dove rifugiarsi, ma soprattutto ha trovato Alabaster, sorprendentemente ancora vivo; ha inoltre scoperto che è stato lui, ormai in procinto di trasformarsi in pietra, a provocare la frattura nel continente e a scatenare una Stagione che forse non terminerà mai. E ora Alabaster ha una richiesta da farle: deve usare il suo potere per chiamare un obelisco. Agendo così, però, segnerà per sempre il destino del continente Immoto. Nel frattempo, molto lontano, anche Nassun, la figlia perduta di Essun, è forse approdata in un luogo dove sentirsi a casa, dove coltivare la sua straordinaria dote di orogenia, per diventare sempre più potente. Ma anche Nassun dovrà compiere scelte decisive, in grado di mutare il futuro del mondo intero”.
“Essere utili agli altri non è la stessa cosa di essere uguali”.
Questo secondo capitolo riprende esattamente dove finiva il precedente, immergendoci in profondità nella Terra del Male e in tutte le sue macchinazioni. Non solo non riuscivo a staccare gli occhi dalle pagine, ma non riuscivo a respirare abbastanza a lungo mentre ne “discutevo” invece che dormire o mangiare (flashback accaduti per il primo volume).
Nell’Immoto, i terremoti si verificano con una frequenza così devastante che le loro conseguenze sono chiamate Quinta Stagione: una stagione di cieli cinerei, oceani che ribollono, fauna e flora che cambiano il loro comportamento in armonia con l’atmosfera viziosa. Il mondo è durato così a lungo a causa degli orogeni, persone nate con la capacità di manipolare la termodinamica in modo tale da poter reprimere e deviare il disastro. Ma gli orogeni sono una minoranza temuta e oppressa tra i cosiddetti alambicchi, tenuti sotto controllo dai Guardiani che possono resistere e interrompere il loro potere.
L’ultima volta che abbiamo visto Essun viveva sottoterra in una strana comunità piena di cristalli chiamata Castrima, apprendendo che il suo vecchio amico, mentore e amante, Alabastro, il più potente orogene nell’Immoto, è responsabile dell’attuale Stagione. Traendo potere dagli incomprensibili obelischi che fluttuano nei cieli, ha fatto a pezzi il continente cercando di usare il loro potere per rompere l’ordine sociale malato e iniziare l’enorme lavoro di porre fine al terribile ciclo delle Stagioni. Ma il costo dell’uso degli obelischi è elevato. Alabastro si sta lentamente trasformando in pietra ed Essun ha bisogno di imparare da lui, il più possibile se vuole completare il lavoro che ha iniziato e porre fine alle Stagioni una volta per tutte. Il breve tempo che trascorrono insieme è stressante; i nemici premono Castrima su tutti i lati, minacciando la fragile pace tra orogenesi e alambicchi. E da qualche parte nel mondo, la figlia perduta di Essun sta scoprendo il suo immenso potere orogenico, subendo una strana e pericolosa
educazione.
Ogni intuizione è più profonda, ogni osservazione più nitida. Oltre alla meticolosa stimolazione, al lavoro approfondito dei personaggi, all’incredibile ambizione e le rivelazioni nella narrazione, l’autrice racconta una storia del nostro presente, dei nostri fallimenti, delle nostre azioni di fronte a ripetuti traumi. Un racconto fantastico che racchiude la realtà, Il Portale degli Obelischi è dedicato a coloro che non hanno
altra scelta che preparare i loro figli al campo di battaglia.
Questo secondo capitolo mantiene la struttura de La Quinta Stagione, ovvero utilizza il PoV di tre personaggi; tuttavia, a differenza del primo libro, in cui tutti e tre i PoV erano in realtà la stessa persona, Essun, in diverse fasi della sua vita, Il Portale degli Obelischi presenta tre diversi personaggi ognuno col proprio PoV; Essun, sua figlia Nassun e un uomo di nome Schaffa.
Sempre incredibile l’ambientazione descritta e i vari poteri/affinità degli OROGENIIII.
Questo libro è avvincente. Come avvenuto per il primo libro ho riflettuto molto prima di scrivere questa recensione, sarà una lunga sofferenza dover aspettare il capitolo finale. Assolutamente consigliato agli amanti delle belle storie, questa serie DEVE essere letta .Preparatevi ad un altro libro sconvolgente, buona lettura.
a cura di KeeperofFAE
Il Portale degli Obelischi. La terra spezzata - Libro 2 eBook ...
Dati:
Genere: Fantasy/Distopico
Serie: La Terra Spezzata #1
Editore: Mondadori
Collana: Oscar Fantastica
Pagine: 444
Link

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.