Donatella Rettore: sono una persona molto emotiva e quindi sono eternamente emozionata

Abbiamo il piacere di intervistare Donatella Rettore cantautrice italiana. Il primo singolo inciso dalla cantautrice risale al 1973, Quando tu. Negli anni ’80 pubblica il singolo Kobra, dal testo irriverente e provocatorio, ma che diviene subito il caso musicale dell’anno; poi pubblica Donatella una hit molto ballata nelle discoteche, tuttora ricordata. Con Donatella vince il FestivalBar e l’album Estasi clamorosa le vale un nuovo disco d’oro. Passiamo agli anni 2000 e precisamente nel 2009 allo stadio San Siro di Milano, in occasione del concerto live benefico Amiche per l’Abruzzo (organizzato da Laura Pausini), Rettore offre una delle più coinvolgenti performance con un medley in cui ripropone le due storiche Kobra e Lamette. Sempre lo stesso anno riceve un premio alla carriera ai Venice Music Awards, a trent’anni di distanza dal suo primo grande successo. Nel 2019 è una dei coach/giudici della trasmissione di Rai Uno Ora o mai più, abbinata alla cantautrice Donatella Milani. Sempre nella trasmissione Uno Ora o mai più c’è la pace con Marcella Bella.

donatella-rettore-651846.660x368

– Buongiorno e benvenuta in Life Factory Magazine. Prima domanda d’obbligo è come sta e come vive questo #iorestoacasa: Sto bene, anche se dire bene in questo periodo è azzardato, ma in anteprima vi dico che non mi servirà la chemioterapia o la radioterapia. Me ne sono capitate di tutti i colori, ma questo male non me lo aspettavo ed è stata una cosa molto dura. La paura c’è ed è anche a causa della pandemia, in quanto non si trovavano le mascherine. Poi ci sono state le operazioni e l’essere da soli in quei momenti, senza nessuno che possa aiutarti anche nel tenere un asciugamano non è stato facile. Sembrava di essere in un altro tempo.

Io spero che, quando tutto questo passa, si continui a vivere nel rispetto che abbiamo costruito nella quarantena, un rispetto anche verso l’ambiente che è malato. Io resto a casa leggendo e ascoltando musica; con gli affetti vicino, i miei cuccioli e sento i cugini via skype. Per tutto il resto mi dispiace che molti infermieri e dottori siano andati a lavorare all’estero per mancanza di lavoro e meritocrazia, ora avremmo bisogno di queste figure. Speriamo che il Coronavirus abbia evidenziato questo.

 Lei è un’icona della musica italiana, cosa ci può dire delle canzoni che vengono prodotte oggi? Sono una donna della musica italiana, più che icona, una donna particolare. A mio parere le canzoni di adesso non sono canzoni; io continuo a cantare e fare concerti, ma capisco che gli artisti devono passare attraverso alcuni dettami, altrimenti non si vende. Il mio esempio è la canzone Donatella che è conosciuta in tutto il mondo.

– Nel 2011 è uscito Caduta massi, ed è centrato sulle varie fasi della vita. La musica ha sempre le atmosfere pop e rock che caratterizzano la sua carriera. Come è nato questo album? Sono contenta del risultato raggiunto con Caduta massi, mi sono divertita molto in sala registrazione, durante la composizione. Ho riscontrato delle difficoltà nella messa in onda nelle radio italiane, ma non mi sono scoraggiata e personalmente ho messo l’album su Spotify ed è primo in classifica. Questo ha fatto sì che tornasse in auge Splendido Splendente diventando la musica di uno spot televisivo di un jeans e tornando in classifica, non quella italiana ma internazionale.

11-donatella-rettore-foto-di-alex-belli

–  A settembre 2019 per l’anniversario dei 40 anni di Splendido Splendente viene pubblicato, in collaborazione di Sergio Carrutti, Splendido Splendente remix; ci può descrivere l’emozione? Enorme, poi io sono una persona molto emotiva e quindi sono eternamente emozionata e quando le cose non vanno bene sono una persona che soffre di cocenti delusioni, specie quando si è svalutati.

Per 40 anni di Splendido Splendente è stato inciso su vinile rosso e venduto autografato, è stato in classifica AFI. Abbiamo prodotto poche copie che sono state vendute tutte. Quarant’anni di carriera coronato da questo successo a Parma che io amo.

Lei ha partecipato a innumerevoli festival (Sanremo, FestivalBar, Un disco per l’estate, Saint Vincent e molti altri), qual è che ha lasciato il ricordo più bello? Ce ne sono tanti, sicuramente tutte le foto che ho con gli altri artisti come: Bryan Adams, Genesis, Barry White, Bryan Ferry. L’ultimo Festival che ho fatto c’era ospite Madonna, Raul Paul e Elton John. Un anno c’era Sting che mi ha autografato, davanti lo stupore di tutti, la cassetta di Russian. Prima di essere un’artista bisogna essere fan.

Mi dispiace che Sanremo abbia perso questa tradizione dei grandi nomi, forse c’era più Europa prima che ora. 

160152601-7b91b9fe-7b9e-4894-b7d8-034d83ca4b27

– Lei è stata, oltre che cantante, anche attrice con la partecipazione a tre film e tre cortometraggi, come si è trovata in questa veste? Mia madre era un’attrice, io avrei voluto fare l’autrice e anche il doppiaggio. Credo che sia molto gratificante e interessante. Fare l’autore è appagante, ho scritto vari testi per Loretta Goggi, Dora Moroni, Iva Zanicchi, Tiziana Rivale, lavorare dietro le quinte mi piace molto. Anche lavorare per il cinema era una cosa che mi interessava molto, anche dietro una macchina da presa. È approfondire multimedialità di un personaggio, bisogna ampliare e aprire il cervello. Anche per quello mi piacerebbe vedere più collaborazione tra artisti italiani e stranieri.

Come vede il futuro? Dopo questo periodo, sarà difficile che noi artisti potremmo fare concerti. Ormai si parla del prossimo anno.

Life Factory Magazine vi ringrazia del tempo dedicato.

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.