L’UNICO SOLE di Mattia Gallucci

Mattia Gallucci, classe 1996, è un giovane scrittore milanese che esordì nel 2016 con la saga fantascientifica “The Company Saga” , composta da The Company e Anima.exe, ambientati rispettivamente nel 3012 e 2202. Il suo terzo romanzo, “3 Desideri e istruzioni per l’uso“, ha invece un mix di magia e fantascienza.

51M5G8J2btL

 

Opera: L’Unico Sole

Autore: Mattia Gallucci

Genere: Fantasy, Avventura

Editore: Self

Link

TRAMA: A Mae’grat, capitale del Med-Orje, dovrà tenersi un’incoronazione ed Elzaar, un sacerdote nonché un mago dell’Unico Sole, divinità rappresentata dal Magisterium dell’Est-Orje, dovrà rappresentare la comunità dei Magistri.

Di tale avvenimento ne approfitteranno Garrett, un giovane e abile ladro, di Hillsgate, e Leona, principessa dell’Oruk-Vangar: il primo nella speranza di tentare qualche ruberia bella sostanziosa e l’altra sia per essere la rappresentante della famiglia reale Vangari sia per scappare da suo fratello, Dagos Vangari.

Nel giorno dell’incoronazione, però, ecco la tragedia: il nuovo re viene ucciso e ciò scatena il caos e il panico, e una fuga rocambolesca unirà i tre protagonisti, insieme a dei pirati e dei mercanti.

L’unico Sole” non è solo il suo quarto romanzo ma anche il primo dell’omonima saga fantasy. Ma non è una banale storia fantasy!! Ha in sé argomenti molto complessi, quali l’amore, il sacrificio e la fede.

Esatto, la fede! È lei il cardine della storia, l’Unico Sole rappresentato in terra dai Magistri, dei sacerdoti-maghi col potere del fuoco e della luce che, proprio come il Sole, illumina e riscalda ma incenerisce e brucia.

154568516
Mappa del Continente de L’Unico Sole, disegnata da Matteo Gallucci

Il luogo dove si svolge il racconto è un continente immaginario composto da sei Stati di cui, in questo primo libro, ne conosceremo solo quattro, ossia Kandai, da dove proviene Garrett il ladro; Orje, diviso in Est-Orje da dove proviene Elzaar il mago, e Med-Orje, da dove partirà l’avventura; Oruk-Vangar, da dove proviene la principessa Leona, ed Endomar, un’isola dove si trova la città-montagna di Ford Rock abitata dai pirati, governati dalla regina Trixana.

La resa dei personaggi è ben fatta e ognuno di loro ha una caratteristica e un’evoluzione: Garrett, che all’inizio tende a vivere pensando principalmente a sé stesso ma alla fine scoprirà il valore del sacrificio; Leona, che benché sia un principessa, è una ragazza testarda e fiera ma anche intelligente e coraggiosa, e infine Elzaar, austero e serio ma dal cuore nobile e altruista.

Per non parlare dei personaggi secondari e degli antagonisti, come il mercante Bernhaut, capitano della nave Masylin II, il quale presenta un carattere molto socievole e amichevole, anche se a una prima occhiata sembra non tenere alla sua ciurma in realtà li considera come una famiglia; Trixana, la regina dei pirati, è un’antagonista molto affascinante: regale e composta come una sovrana, ma meschina e violenta come una piratessa.

Anche gli antagonisti secondari sono ben caratterizzati, come Holstein, un nobile mercenario, privo di cuore e malvagio come pochi, o Colin, principe di Endomar e fratello di Trixana, arrogante e malvagio ma non così coraggioso come vuole far apparire.

Tre cose caratterizzano questo romanzo: la fede, infatti non mancano i riferimenti alle divinità antiche del continente come il Bianco, una divinità rappresentata come un bambino anziano, protettore di Mae’grat, e l’Unico Sole che protegge i protagonisti, il Sole che illumina la via ma che sconfigge i nemici, a cui è legato un potere devastante, dal carattere apocalittico; l’amore in tutte le sue forme: l’amore verso la persona amata, gli amici, la patria e persino verso gli oggetti; il sacrificio, saper dire addio a qualcosa o a qualcuno per un bene superiore, che sia quello per gli amici o per le persone care.

La lettura è molto scorrevole, sa tenere il lettore incollato fino all’ultima pagina e la descrizione del paesaggio è molto particolare, tanto da permettere al lettore di immaginarselo, come la città nascosta all’interno della montagna di Ford Rock, le colline del Magisterium, il villaggio di Om’Nora e così via.

Consiglio vivamente la lettura di questo romanzo e auguro al Gallucci di poter continuare questa saga fantasy, che se apprezzata come si deve potrebbe diventare l’ Harry Potter o il Signore degli Anelli made in Italy.

Infine, potrete restare aggiornati sulle future pubblicazioni dell’autore seguendolo non solo sui suoi profili social ma anche sul suo blog:

https://mattiagallucciautore.wordpress.com

a cura di Amando Libri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.