Gli abissi dello spazio tempo di F. Gagliardi

Inizio la recensione con un passaggio del libro: non ha alcun senso scrutare il fine ultimo del disegno del Creatore, anche perché oltre ad essere impossibile non lo si riuscirebbe a comprendere. Una frase davvero suggestiva, che mi è rimasta impressa e mi ha fatto pensare tanto.

Trama: Anno 1997. Un equipaggio di umani atterra in Sicilia proveniente dal lontano futuro. La loro missione è un esperimento sulla natura dello spazio-tempo. Purtroppo, per evitare di essere ostaggi dell’avidità di conoscenza degli uomini, sono costretti a fuggire. In questo viaggio di ritorno al futuro la loro nave compirà diversi errori, rischiando più volte di finire perduta nel cosmo. Dopo essere finita per errore sulla superficie di Swartzschild del buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea, l’astronave quasi dopo un’eternità esce dallo spazio tempo conosciuto e l’equipaggio per un istante si trova al cospetto dell’ “aldilà”. Ricacciati indietro nell’universo, vengono tratti in salvo da una nave umana di mille anni dopo. La tecnologia di questi ultimi è avanzatissima: si spostano nello spazio e nel tempo materializzando dei buchi neri artificiali che consentendo loro viaggi a distanze immense percorrendo tempi enormi in un istante.  Nel loro peregrinare incontrano Nostradamus a cui “regalano” notizie sul futuro, notizie che egli poi riporterà nelle sue Centurie. Vengono descritti combattimenti con insetti alieni che vorrebbero invadere la Terra e avventure  su una nana bruna della galassia Andromeda, dove gli uomini rischiano di essere asserviti da piante aliene intelligenti. Ritornati sulla Terra, in uno scontro con gli alieni di Aldebaran la maggior parte di essi vengono uccisi. I superstiti ritornano oltre l’eternità dove, forse, dal primo arrivo in quel luogo, all’inizio della storia, non ne sono mai andati via… L’amore totale verso di Lui e verso l’innumerevole moltitudine di esseri inizia e finisce con questa storia.

Questo non è solo un fantasy, la trama ne ricalca il genere, ma i contenuti sono più vicini alla filosofia della scienza che non a quelli della fantascienza. Il lettore viene portato pian piano ad intuire che quanto si racconta potrebbe essere possibile. La storia inizia nell’anno 1997 con un’astronave che atterra in Sicilia. L’equipaggio è formato da terrestri che provenienti da un lontano futuro stanno conducendo un esperimento sulla natura dello spazio-tempo. Il romanzo narra le loro avventure nel cosmo e descrive le loro incredibili tecnologie che consentono di spostarsi nel tempo e nello spazio.
Il romanzo è scritto in maniera realistica, talmente realistica che mi sono sentita trasportata dentro ogni viaggio. La scrittura è semplice e scorrevole. Non sono una gran amante di questo genere ma ammetto che mi è piaciuto leggerlo, il mio cervello ha iniziato a farsi tante domande e la storia mi ha incuriosita dall’inizio alla fine.

Giudizio: 4 stelle su 5. Consigliato a chi ha voglia di viaggiare con la mente e porsi qualche domanda. Non lasciatevi spaventare dal numero di pagine oppure da cosa pensiate possa essere questa storia, aprite la mente e leggetelo.

 

a cura di Katrin

Gli abissi dello spazio tempo - Fulvio Gagliardi - eBook ...

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.