Grazia Maria Spano autrice di ‘L’amore non ha età’ e ‘L’amore vince sempre’

Buongiorno amici lettori, è tempo di una nuova intervista; è nostra ospite Grazia Maria
Spano autrice di ‘L’amore non ha età’ e ‘L’amore vince sempre’ editi dalla casa editrice Collana Floreale.

-Benvenuta Grazie, felice di fare quattro chiacchiere con te. Raccontaci un po’ di te, cosa fai nella vita oltre a scrivere?
Faccio la mamma di due meravigliosi bambini, la moglie di un uomo degno di essere chiamato tale, e nella stagione estiva lavoro per il comune della mia città.

– Come è nata la tua passione per la scrittura?
La mia passione per la scrittura è nata come conseguenza di quella per la lettura. Ho provato a scrivere per la prima volta nel 2007 per gioco, solo per capire se le mie storie potevano emozionare come quelle che mi facevano battere il cuore tra le pagine dei libri…

– Quando hai deciso di condividere i tuoi romanzi con il pubblico?
Ho sempre scritto principalmente per me, negli anni provai a mandare i miei manoscritti a diverse case editrici ma nessuna si interessò, così smisi di farlo, tenendo le mie storie per me e i miei amici. A novembre 2018 lessi un bel libro edito Collana Floreale, e decisi di tentare la sorte senza alcuna aspettativa. Contrariamente alle mie poche speranze, loro mi scrissero per comunicarmi di voler pubblicare L’amore non ha età….ed eccomi qui.

– Come scegli i nomi dei tuoi personaggi?
In realtà non so dirtelo. Generalmente i nomi arrivano di getto in modo spontaneo e naturale e quindi assecondo il momento. È capitato di modificare un nome in un secondo momento, ma è raro.

– L’autore/autrice che preferisci in assoluto?
Bella domanda. Ho diversi autori nel cuore ma non saprei dirti quale sia il preferito in assoluto. Ti posso dire però quali sono quelli di cui compro immediatamente le nuove uscite, che aspetto come un bambino aspetta Natale. Sono diversi tra loro nel genere: Francesco Gungui, Federica Bosco, Koraline LF, Ava Lohan e Carola Rifino. Direi che loro non hanno mai deluso le mie aspettative.

– Qual è il libro della tua infanzia, quello che porti nel cuore?
Sembrerà banale, ma il libro per cui ho iniziato a leggere quando avevo diciotto anni, prima non amavo farlo, e non sapevo cosa mi perdevo: Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia

– Progetti per il futuro?
Spero di pubblicare qualche altro romanzo, continuando ad emozionare le persone che in questi mesi mi hanno scritto messaggi meravigliosi di ringraziamento.

– Hai un motto o una frase che ti rappresenta?
Quella che mi sono tatuata sotto il cuore: Don’t stop believing.

Parliamo dei tuoi romanzi:
– ‘L’amore non ha età’ parla di un d’amore tra un diciottenne ed una donna di molti anni più grande, come mai hai scelto di affrontare un tema, quello della differenza di età in una coppia, così delicato ed ancora oggi visto con pregiudizio da molte persone?
Già si legge tra le prime righe che Giulia, la mia protagonista, è disillusa e delusa dall’amore a causa di ciò che gli uomini con cui esce le fanno provare. Il mondo maschile sembra essere immaturo, e ho voluto invece far capire che gli uomini con la U maiuscola esistono anche se giovani, bisogna solo avere pazienza e non accontentarsi per la paura di restare sole

– Raccontaci un aneddoto particolare o curioso che riguarda il tuo romanzo.
Tutte le mie amiche che hanno letto il mio romanzo, o quasi, immaginano Giulia con il mio volto e quando leggono la storia, sentono la mia voce che la racconta. Ho spiegato un sacco di volte, che Giulia non sono io, la storia non è autobiografica e che io agirei in modo diverso da lei, ma niente, loro immaginano me e solo me.

41F50Ekg8AL (1)413PWMq0b6L

‘L’amore vince sempre’ è il seguito di ‘L’amore non ha età cosa devo aspettarmi da questo secondo volume della serie? Ci saranno colpi di scena e sorprese?
Nel secondo volume ho voluto dare più risalto al personaggio di Riccardo. Chi ha letto L’amore non ha età ha notato che spesso lui aveva reazioni completamente spropositate e che Giulia faticava a comprendere poiché molto contrastanti tra loro. Aveva degli sbalzi di umore, cambiava atteggiamento da un minuto all’altro, senza che il lettore o Giulia stessa, capissero i motivi. Ho voluto quindi spiegare esattamente quali fossero le fragilità di quel ragazzo che all’apparenza era così sicuro di sé. Quando ho scritto la storia raccontata dal suo punto di vista, mi sono innamorata di Riccardo per la seconda volta.
Dovrai aspettarti colpi di scena e qualche sorpresa. Ma spero che ti colpisca in modo positivo.

 

Un abbraccio Grazia Maria

Un abbraccio a te, grazie di questa intervista!!! Alla prossima

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.