Gli Europei “dispari” delle prime volte

Ora è ufficiale, dopo la decisione dell’UEFA, è arrivato il via libera della FIFA: gli Europei di calcio slittano al 2021. Il provvedimento è stato preso a seguito dell’inevitabile situazione di emergenza creata dall’epidemia di Coronavirus, che sta bloccando le discipline sportive nazionali e internazionali di tutto il mondo.

Quella che si disputerà il prossimo anno, sarà l’edizione più singolare della storia del torneo. Infatti, in occasione del 60° anniversario della competizione, è stato deciso di svolgere un’edizione itinerante in alcune delle principali città europee. Per la prima volta quindi, non ci sarà nessuna nazionale ospitante della fase finale, ma 12 città del Vecchio continente, appartenenti a Stati diversi. Inoltre, sarà la prima storica edizione che giocherà la fase finale in un anno dispari, considerando che gli Europei si svolgono ogni 4 anni dal 1960.

L’UEFA ha annunciato anche le nuove date del torneo, che si disputerà dal’11 giugno – con la gara inaugurale allo Stadio Olimpico di Roma – all’11 luglio, giorno della finale, che avrà luogo al Wembley Stadium di Londra. Nello stesso periodo si giocherà la Coppa America, anch’essa posticipata di un anno dalla confederazione di calcio sudamericana CONMEBOL.

In questo clima di scontento generale, dovuto alla totale revisione del calendario nazionale e internazionale, c’è chi può gioire per aver visto il suo sogno riprendere forma. Stiamo parlando di Nicolò Zaniolo, il centrocampista della Roma che lo scorso 12 gennaio, esattamente a 5 mesi da quello che inizialmente avrebbe dovuto essere l’inizio degli Europei, si è infortunato riportando la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio con associata lesione del menisco. Il conseguente intervento chirurgico non avrebbe permesso al talento giallorosso di rientrare in tempo per disputare il suo primo Europeo con la nazionale maggiore. Ora il suo sogno di entrare a far parte dei 23 convocati per il torneo e quindi la possibilità di esordire nel suo stadio di casa, l’Olimpico, può diventare nuovamente realtà. Un’arma in più a disposizione dell’Italia per provare a conquistare gli Europei più originali di sempre.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.