ANNA ZARLENGA: ogni volta che finisco di scrivere una storia mi sento felice e triste allo stesso tempo

“L’amore è inevitabile, l’amore è magia, l’amore è una pioggia che ti penetra gentilmente sotto la pelle e resta lì a ricordarti perché sei vivo.”

Cari lettori, oggi per lo spazio dedicato alle interviste con autori e autrici ho il piacere di presentarvi, per chi ancora non la conoscesse, ANNA ZARLENGA, che con il suo ultimo romanzo: SPIACENTE NON SEI IL MIO TIPO, pubblicato con la Newton & Compton, ha fatto ridere e innamorare tantissime lettrici.

Nata a Napoli nel 1979, è laureata in Lettere moderne. Insegnante e madre a tempo pieno, blogger e lettrice per diletto, ha cominciato a sperimentare la scrittura un po’ per gioco. Da quel momento non si è più fermata.

Benvenuta cara Anna! Parliamo un po di te.

20200213_224332

– Quando hai iniziato a scrivere?
Scribacchiavo già verso i dieci anni, ma ovviamente oltre a una grande fantasia non c’era molto altro. Più o meno a diciassette anni ho cominciato a produrre racconti e a farli partecipare a qualche concorso scolastico. Fino a venticinque anni ho scritto a fasi alterne, poi mi sono fermata. La maggior parte dei miei racconti ormai è finita chissà dove. Fino ai trentasette anni non ho più scritto, a parte qualche collaborazione a testi teatrali amatoriali. Poi ho riprovato il desiderio di mettermi in gioco ed è stato come scoperchiare il vaso di Pandora.

– Che sensazione provi dopo aver scritto la parola FINE di un tuo libro? 
La prima volta è stato sconvolgente. Non sono riuscita a dormire per l’emozione.  In generale, ogni volta che finisco di scrivere una storia mi sento felice e triste allo stesso tempo, mi sembra incredibile di essere riuscita a raccontare un altro pezzo di vita.

– Qual è il primo romanzo che hai letto e qual è il tuo “libro del cuore”?
Non ricordo il titolo del mio primo romanzo. Me lo prestò una mia vicina di casa. Era un rosa. Oddio, uno young adult, ora che ci penso. Era in allegato a una rivista, ricordo vagamente che parlava di una ragazza di sedici anni in vacanza da una zia, che conosceva un bellissimo ragazzo con la passione del tennis. Rimosso il titolo, ma da quel momento mi sono appassionata alla lettura e da lì ho cominciato a capire che un libro poteva anche essere interessante. Ho letto di tutto, da quel momento. Il mio libro del cuore è orgoglio e pregiudizio, ma anche l’ombra del vento.

– Scopriamo qualcosa in piu di te..
Dicci 3 pregi e 3 difetti. 

Pregi.
Sono tollerante e perdo difficilmente la calma.
Penso in grande ma resto con i piedi per terra
Sono piuttosto autoironica
Difetti
Sono molto disordinata
A volte mi faccio prendere dall’ansia
Non so stirare.

20200213_224644

– Per scrivere hai un rituale particolare oppure no? Es. Luci soffuse, musica d’atmosfera, candele profumate ecc. 
Sono totalmente anarchica. Non ho un posto fisso, nè un rituale. Non uso scalette e mi lascio trasportare dal caso. Il mio processo creativo assomiglia al gioco della tombola:agito e vedo quale numero esce.

– Se ti venisse data la possibilità di incontrare un’autrice o un autore del passato chi sceglieresti e perché. 
Vorrei conoscere Saffo. Quanto deve essere stato difficile essere una poetessa nell’antichità. Ancora oggi le sue poesie mi fanno tremare le vene.

– Hai mai pensato di scrivere un genere diverso dal romance? Se si quale? 
Quando ero più giovane scrivevo racconti ispirati alle memorie della mia famiglia. Li ho ancora nel cuore e qualche volta mi solletica l’idea di ampliarli e farne un romanzo storico di ampio respiro, ma a dire la verità, dopo tanti anni ho capito che amo scrivere romance più di ogni altra cosa. Mi scivolano dalle dita con facilità e con piacere, quindi per il momento non mi cimento in cose diverse.

– Progetti e novità? 
Ho un romanzo terminato e uno in corso d’opera, mille trame da sviluppare ancora. Ho confermato la mia partecipazione al FRI 2020 e spero di poter avere anche altre occasioni per incontrare i lettori. Intanto leggo e scrivo nel tempo libero, assorbendo più che posso le vibrazioni positive di questa esperienza.

Grazie Anna per la tua gentilezza e simpatia e per il tempo che ci hai dedicato!!



Categorie:Autori, interviste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: