Figli

Buon pomeriggio cari amici. Spero che voi possiate stare bene, nei limiti del possibile. Purtroppo la situazione tende ad essere peggiore e ancora ci sta che debba peggiorare. Ma nonostante questo resistiamo e ci facciamo forza gli uni con gli altri. Ecco perché ho deciso di proporvi questo film che è uscito qualche mese fa nelle sale italiane e serve secondo me come spunto di riflessione.

Buona lettura

locandina-figli[1]

TRAMA:È la storia, divisa in capitoli, di una famiglia: padre (Nicola), madre (Sara) e figlia (Anna). La nascita del secondo figlio (Pietro) sconvolge le loro vite.

Effettivamente si sente spesso e volentieri dire che i figli siano la gioia dei genitori ( affermazione nella quale io stessa credo fermamente e fortemente) come lo sono anche dei nonni e della società.

Anna è una bambina che all’inizio ha il “monopolio” della famiglia: tutte le attenzioni di Nicola e Sara sono rivolte verso di lei. Cresce, gioca, sorride e impara come ogni bambino fa naturalmente in questo mondo.

La calma e la felicità dei genitori è determinata nell’intimità della sera. Stanchi ma sereni possono avere qualche istante l’uno per l’altra.

figli_13_jpg_1400x0_q85[1]

Ma ecco che all’improvviso arriva il secondo figlio.

figli_3_jpg_1400x0_q85[1]

Ed ecco che le proprie certezze e le proprie sicurezze delle volte cominciano ad essere minate. Il lavoro, la casa da sistemare, il bambino da curare, il medico…

Delirio totale!

Sono le mamme molto spesso a risentire di questo effetto e non è un caso che delle volte provino ad evadere dalla realtà. La piccola Anna non ne può e delle volte vorrebbe solamente che tornasse la pace di un tempo.

152718-sd[1]

Ma la quotidianità è davvero a rischio e ognuno dei genitori comincia ad essere sospettoso e aggressivo nei confronti dell’altro. Ricercano la pace interiore. Nicola è la persona meno abituata a stare con il piccolo.

figli_7_jpg_1400x0_q85[1]

figli_16_jpg_1400x0_q85[1]

La differenza in questo caso secondo me la fa anche la totale indifferenza ed assenza dei nonni, che solitamente sono sempre presenti nella vita dei figli e soprattutto sono dei supereroi dei bambini.

Alla fine si sentono le ripercussioni e vengono mostrate anche varie situazioni che sono secondo me nocive nel rapporto che si istaura tra genitori e figli.

figli_9_jpg_1400x0_q85[1]

figli_10_jpg_1400x0_q85[1]

Ognuno nel suo piccolo però deve sicuramente fare del proprio meglio perché i figli sono un dono vero e proprio, veri e propri attimi di felicità.

Che cosa mi ha insegnato questo film? Sicuramente avere un figlio è una vera sfida. Necessita cure, attenzioni, spesso bisogna arrivare a compiere delle rinunce. Ma che cosa c’è di più bello se non dare vita ad un nuovo essere, in un certo senso cominciare a vivere con lui?

Per me questo film nonostante le situazioni estremizzate rappresenta l’attuale società e dovrebbe dunque essere un monito per una nuova azione: la rinascita.

GIUDIZIO:⭐⭐⭐⭐⭐



Categorie:Cinema

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: