Anna Premoli: mi piace moltissimo osservare

Anna Premoli, autrice di punta della Newton Compton Editori, è una delle scrittrici più acclamate dal pubblico di lettori per i suoi romanzi d’amore, i quali pur avendo il potere di farti sognare, restano un eterno appiglio alla realtà. Anna, si destreggia tra lavoro, famiglia e scrittura, ma come fa a fare tutto?

Quando hai tra le mani una trama, quanto tempo impieghi per la stesura del romanzo?
Non esistono regole precise, moltissimo dipende dal tempo che riesco a ritagliarmi per la scrittura, sottraendolo alle mie folli giornate. Diciamo che in estate, quando sono in vacanza, riesco a buttar giù una prima bozza anche in un mesetto. Seguono poi settimane di rilettura e correzione. Quando sono invece al lavoro, i tempi si dilungano e molto dipende dei miei impegni contingenti che, tra vita d’ufficio e famiglia, saranno essere intensi.

Hai uno stile semplice, ma dal forte impatto. La capacità di tenere il lettore incollato alle pagine dall’inizio alla fine, permettendo a chiunque di immedesimarsi nei tuoi personaggi. Come riesci a rendere reale ogni avvenimento e quanto ti ispiri alla vita di tutti i giorni per scrivere i tuoi romanzi?

Le persone che incontro quotidianamente mi influenzano molto e mi spingono a riflettere su tutta una serie di tematiche attuali, specie quelle legate al mondo femminile. Mi piace moltissimo osservare come si muovono e ragionano le persone che frequento sia per motivi professionali che per quelli familiari.

Hai affermato che scrivi per passione e non per lavoro. Quanto incide però sulla vita di tutti i giorni e sul tuo lavoro?

Ho scelto di tenermi stretto il mio lavoro in ambito finanziario perché nel profondo penso di essere più un’economista che una scrittrice, e di proseguire con la metodologia che ho applicato durante la stesura dei miei primi romanzi: scrivo nei ritagli di tempo, nei fine settimana o in vacanza. Non dico che sia l’ideale o che sia semplice, specie nei momenti di grande stress, ma tutto sommato riesco ad andare avanti. Ne pago il prezzo in termini di tempo libero e di stanchezza, ma a oggi farei davvero fatica a scegliere solo una cosa. Mi sembrerebbe di rinunciare a una parte di me e proprio non voglio farlo.

Ad oggi, gli autori emergenti che cercano di raggiungere un posto sugli scaffali sono molteplici. Se potessi dar loro un consiglio, quale sarebbe?
Posto che l’editoria è un settore molto difficile perché in verità in Italia si legge in media molto poco, il miglior consiglio che mi sento di dare è quello di rimanere fedeli alla propria voce narrante e di scrivere solo storie che si sentono nel profondo. Il lettore riesce a percepire a mio avviso quando i romanzi vengono scritti più per rincorrere le mode del momento che per reale convinzione. Ogni tanto ricevo messaggi di persone che quasi non hanno nemmeno iniziato la stesura e già pensano a come farsi pubblicare. Io invece ho scritto romanzi interi senza mai nemmeno pormi la questione se quelle storie sarebbero state lette da qualcuno.

Tra i tuoi romanzi, qual è quello che porti nel cuore e perché? E quale personaggio si avvicina di più alla tua persona?
Ogni romanzo rimane nel cuore per motivi differenti anche perché ti ricorda momenti specifici della tua vita e, un po’ come per i figli, non ce n’è uno preferito. Sono sempre stata attenta a non identificarmi troppo nei miei personaggi, perché mi piace la sfida che rappresenta entrare nella testa di personalità diverse. Diciamo che ci sono delle piccole cose sparse qui e là.

Progetti e novità che ci attendono in questo 2020?
Visto come è partito quest’anno, per il momento mi accontenterei di arrivare viva e vegeta alla fine. Scherzi a parte, avendo appena pubblicato “Molto amore per nulla”, sto ragionando in questi giorni se buttarmi sulla storia di Ludovico o se invece pensare ad Audrey. Ma non ho deciso nulla.

 

Ringrazio di cuore Anna Premoli per avermi fatto compagnia con questa intervista. Per me, resta la migliore garanzia nell’ambito dei romanzi rosa.



Categorie:Donna, interviste, Libri, Senza categoria

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: