Davide Oldani: La cucina del territorio e la cucina della stagione fanno parte della riconoscibilità della cucina Italiana

Oggi abbiamo il piacere di incontrare e intervistare Davide Oldani @davideoldani Davide Oldani è uno chef milanese classe 1969, grazie alla sua creatività le più autorevoli guide gastronomiche lo annoverano fra i grandi chef della cucina italiana.
Nel 2003 ha aperto il D’O, la sua trattoria di Cornaredo, che in breve tempo ha ottenuto consensi unanimi di critica e di pubblico.
Le sue esperienze precedenti l’apertura del D’O, lo avevano visto a fianco di maestri internazionali quali Gualtiero Marchesi, Albert Roux, Alain Ducasse, Pierre Hermé.
Nel novembre 2013 è stato invitato ad Harvard per raccontare la sua esperienza imprenditoriale in seguito a una case history sul suo ristorante, pubblicata sulla Harvard Business School Review: gli economisti dell’università hanno definito il suo approccio e la sua organizzazione al lavoro applicabile a diverse categorie e non solo alla ristorazione.

È stato nominato Ambassador EXPO 2015 e nello stesso anno è stato chiamato a partecipare come speaker al World Business Forum di Milano.

Nel 2016 ha inaugurato un ristorante a Manila e ha aperto il suo nuovo D’O,, per poter realizzare una cucina più “grande”, capace di confrontarsi con altre cucine nel nostro Paese e non solo.
È stato anche nominato Ambassador dal CONI Food & Sport e chiamato come chef a Casa Italia per le Olimpiadi di Rio de Janeiro
Per me è stato un piacere intervistarlo e un vero onore averlo ospite tra le pagine di Life Factory Magazine.

Lualdi spa - Do_ Ristorante_Cornaredo_ Davide _Oldani

È nato prima il suo amore per il cibo o quello per la cucina?
Quello per il cibo.

Ho letto un po’ di tempo fa una notizia alquanto stravagante per me, sul cibo e sul territorio. Spesso avviene che il cibo di una zona si identifichi sia col carattere delle persone che vi abitano, sia con la morfologia di quel territorio.
Come a dire, ad ogni territorio il suo cibo e i suoi uomini, lei cosa ne pensa, esiste questa corrispondenza?
Sì certamente è alla base. La cucina del territorio e la cucina della stagione fanno parte della riconoscibilità della cucina Italiana, per cui ogni territorio ha il proprio uomo e ha il proprio ingrediente e ha la propria stagione.

Pane, pepe nero, Marsala e riso

Qual è il suo asso nella manica per essere uno Chef stellato, un uomo dal grande fascino, attento allo stile ai dettagli, sia in cucina che al di fuori, come riesce ad apparire sempre così perfetto?
No, io non lo sono, appaio come il cuore, la mia anima e la mia testa mi portano a essere.
Per me è la normalità presentarsi come uno è. Per cui non sono perfetto sono puro, nel senso che mi presento così come sono, nudo e crudo.

Il suo sogno nel cassetto? Di vedere crescere bene la mia bambina e di vedere star bene i miei ragazzi e piano piano vedere la felicità di queste persone che mi vogliono bene intorno.

Grazie mille 

Voi cosa ne pensate?
Scrivetelo qui
(Mi piace ascoltare le vostre critiche o apprezzamenti per poterci confrontare)

Al prossimo Artista

Valeria
Art Promoter

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.