Le convergenze dei microcosmi paralleli di Elena Nittoli

Anna Brandi, giovane avvocatessa rampante alle prese con il suo primo, vero caso. Riuscirà ad avere la meglio sul Principe del Foro, l’avvocato Ettore Lenzi Rinaldi?

SINOSSI: Fra le difficoltà iniziali della libera professione e le incognite del futuro, Anna insegue il sogno di affermarsi come avvocato. Nel mezzo, le angustie della convivenza con le amiche e lo spettro di un mentore famoso che riaffiora dal passato a turbarla. Finché un giorno non arriva l’opportunità di svolta con una causa diversa dal solito, una cliente di riguardo e, soprattutto, un avversario speciale: il grande maestro. Battere in aula il principe del Foro si traduce allora per Anna nella possibilità di affrancarsi, una volta per sempre, dalle sue paure. Ma il processo si rivelerà più difficile del previsto.

Essere avvocato sembra un’impresa più difficile del previsto, soprattutto quando si abbandona lo studio del proprio mentore e si è costretti a ricavare uno studio di fortuna in una delle stanze dell’appartamento condiviso con due coinquiline ficcanaso. Ma quando la dottoressa Ferriani la contatta per chiederle di farle da difensore nel processo contro il marito accusato di violenze domestiche, per la giovane ma tenace Anna Brandi sembra davvero essere arrivato il punto di svolta. È il suo primo, vero caso, serio e importante, ma non sa ancora che in aula dovrà scontrarsi con il suo vecchio mentore: il famigerato avvocato Ettore Lenzi Rinaldi, temuto Principe del Foro. Anna non se l’aspetta, ma non si perde d’animo: la legge di Murphy e le “misteriose convergenze
dei microcosmi paralleli” fanno ormai parte della sua esistenza da anni e l’hanno temprata contro gli imprevisti della vita.

“Le convergenze dei microcosmi paralleli” nasce dalla penna ironica e affilata dell’avvocatessa vice procuratore onorario Elena Nittoli; nel suo romanzo, aule di tribunale e controversie legali prendono vita, si intrecciano alle dinamiche quotidiane della vita della protagonista e si trasformano in una storia briosa e dal ritmo incalzante adatta a tutti i lettori. La giovane Anna è infatti una ragazza come tante, divisa tra lavoro, problemi della vita quotidiana, amori ballerini e partite dell’Inter, la sua squadra del cuore. Soprattutto, Anna non è una supereroina e le sue vicende tragicomiche contribuiscono a mantenere il tono del romanzo sempre leggero, anche quando i temi trattati non sono dei più facili. Insieme alla protagonista, i lettori faranno luce sul caso della dottoressa Ferriani, rivelando carta dopo carta e avendo modo di osservare la situazione da punti di vista differenti, proprio come nei più famosi romanzi gialli (o noir che dir si voglia) della letteratura classica di genere.

Voto: 4/5

Caterina Franciosi

41Xq7-dvmuL

 

Dati:

Genere: Narrativa

Edito: Ciesse edizioni

Pagine: 260

Link

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.