MASSIMO PARAVANI: Cromatismo Emozionale

Il nostro appuntamento settimanale con l’arte Solo artisti unici di portata internazionale Innovativi e che catturano le nostre emozioni Oggi VI FACCIO CONOSCERE:MASSIMO PARAVANI

 

Massimo Paravani @massimoparavani
Nasce a Roma, classe 1970, ottiene presso l’Istituto di Stato per la Cinematografia e Televisione “R. Rossellini” la qualifica di Grafico Pubblicitario. Non ha mai abbandonato la sua passione per l’Arte, ma solo nel 2014 questo suo “Amore” così grande é tornato a bussare e Massimo gli ha davvero aperto le porte ed allora, per ‘magia‘, (parola questa usata da Massimo per descrivere quello che gli è capitato) ha iniziato la sua nuova vita di Pittore, e le sue opere hanno riscosso un grande successo di pubblico
Colori intensi e brillanti, che ci travolgono sprigionando una rara energia
Una vera e propria esperienza cromatico- emotiva possiamo vivere nell’osservazione delle opere di questo Artista.
Massimo ha riscoperto il potere evocativo e simbolico del colore
Egli, riguardo al suo stile, ama riconoscersi nel Cromatismo Emozionale, ciò significa arrivare a provocare emozioni in chi guarda i suoi lavori, soprattutto attraverso i colori, questo è infatti l’obiettivo che Massimo si pone sempre quando inizia un dipinto.
L’Arte per lui è: Emozione.
Lavora con passione per questo unico scopo: provare a trasmetterle e quello che egli riesce a generare è Pura Magia!

Parlami dei tuoi Inizi ‘artistici’ e di come il tuo paese d’origine ti abbia influenzato? I miei esordi “artistici” sono relativamente recenti. Dopo remotissimi studi come Grafico Pubblicitario, ho iniziato a dipingere in maniera più seria e disciplinata solo nel 2014. Quasi subito sono entrato in contatto con Associazioni (una su tutte “Artisti di Roma”) e gallerie che mi hanno dato l’opportunità di iniziare ad esporre e di entrare in contatto con questo mondo. Ho la fortuna di essere nato e di vivere a Roma e per questo mi sento un privilegiato. Questa città è un museo a cielo aperto, si respira bellezza ed arte in ogni angolo e questo ha enormemente influenzato e “nutrito” questa mia passione che va crescendo di giorno in giorno.

Cosa ti ispira nei tuoi lavori, e a quale stile ti senti di appartenere? Traggo ispirazione dalle cose che mi circondano, dalle cose che amo, che mi interessano, che mi attraggono. Dipingo volti di icone della musica, del cinema, della storia, dell’Arte o più semplicemente volti che mi colpiscono particolarmente e che reputo si prestino bene ad essere reinterpretati con le mie modalità stilistiche. Dipingo paesaggi urbani o scene di vita, immagini di danze o sculture famose, sono sempre alla ricerca di nuovi soggetti e nuove tecniche. Se dovessi catalogare il mio stile conierei una definizione nuova nella quale mi ci riconosco in pieno: Cromatismo Emozionale. Arrivare a provocare emozioni in chi guarda i miei lavori, soprattutto attraverso i colori, è infatti l’obiettivo che mi pongo sempre quando inizio un dipinto. L’Arte in fondo è anche e soprattutto questo, emozioni.

Quali sono i tuoi artisti preferiti?
Del passato adoro gli impressionisti, Monet in testa. Van Gogh, Caravaggio, Friedrich, Turner, Cezanne, Picasso, Goya, Dalì. Per quanto riguarda i contemporanei mi piacciono tantissimo Jeremy Mann, Francoise Nielly, Patrice Murciano, JM Robert, Jimmy Law e tanti altri che, colpevolmente, dimentico.

Hai nuovi i progetti futuri che vorresti realizzare?
Assolutamente sì, ho molti progetti in mente ed alcuni sono già in cantiere. Tutto gira intorno all’idea che mi sono fatto frequentando l’ambiente dell’Arte e, più precisamente, della Pittura in questi pochi anni di “gavetta”. Trovo che troppo spesso la Pittura sia presentata in maniera troppo formale e seriosa, troppo ingessata e statica. Questo, a mio avviso, la rende un po’ noiosa e con poco ‘appeal’, con il risultato di non avvicinare la massa delle persone a questo meraviglioso mondo. La pittura è considerata una disciplina d’elitè, riservata a pochi e con una cultura superiore. Da questa mia considerazione nasce l’idea di proporre le mie esposizioni in luoghi più “accessibili” e informali. Spesso infatti espongo in Cockatil Bar e ristoranti cercando di proporre contestualmente anche altre forme di Arte come Musica, Cabaret, Poesia, etc. Mi piace la risposta della gente che avvicinandosi ai quadri, sorseggiando un drink, scopre il piacere che può dare la pittura. Sto lavorando in questa direzione, preparando esposizioni che si terranno in vari locali e nella prossima stagione estiva anche in Ville prestigiose a bordo piscina. Trovo che le possibilità siano veramente tante, l’unico limite è sempre e comunque la fantasia.

C’è un messaggio che esprimono i tuoi lavori?
Come ho già detto prima, il mio scopo principale è generare emozioni in chi guarda i miei lavori, se questo capita per me è già magia. In alcuni lavori però ci sono anche, e inevitabilmente direi, messaggi e significati. Nei miei quadri ho affrontato vari temi importanti, come quello della violenza sulle donne (il mio lavoro “1522” è stato scelto per essere pubblicato all’interno del libro “La violenza declinata” di A. Angelini), il razzismo, la pace, la mafia. Trattando questi temi, delicati giocoforza, si generano messaggi e si prende posizione.

Grazie mille 🌟

Voi cosa ne pensate?
Scrivetelo qui
(Mi piace ascoltare le vostre critiche o apprezzamenti per poterci confrontare)

Al prossimo Artista

Valeria
Art Promoter

2 commenti

  1. I suoi lavori emanano gioia e riescono ad emozionare. L’uso sapiente dei materiali, accompagnato da un’intrepida audacia nell’uso dei colori sono ciò che lo contraddistinguono e lo rendono unico. Bravo!

    Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.