Teresa Filangieri. Una contessa contro un mondo di uomini.

“Teresa nacque nel 1826, nell’ultima stanza di una casa popolata di fantasmi della scienza e della guerra. La sua infanzia, infervorata da storie di valorose gesta ed epiche battaglie, che il padre le raccontava davanti al fuoco nostalgico di un camino, espoloró mobili antichi e libri in latino. Così che nel suo sangue normanno si mescolarono e saldarono le qualità scientifiche proprie del nonno Gaetano, eminente filosofo alla corte di Ferdinando, e la fierezza del soldato. Sebbene la nascita della bambina fosse stata un’amara delusione per il generale Carlo, che ancora imberbe aveva combattuto al fianco di Napoleone, col tempo imparò ad accettare e poi amare quella figlia. Gli sembrava possedesse il cuore intrepido di un maschio,così pensava per rendere più dolce l’amarezza.”

La trama in breve: Poco dopo l’Unità d’Italia, a Napoli in preda della miseria, ci sonoi bambini poveri abbandonati al loro destino e le orfane spesso diventano spose raccattate, puttane o suore senza vocazione, la Duchessa Teresa Filangeri attraversa i vicoli lerci, bussa alle porte dei poveri, interroga la gente, il popolo, per capire, per aiutare e non per sedurre con promesse irrealizzabili. Soprattutto per sfuggire al proprio dolore personale in seguito alla morte della figlia Lina appena dodicenne.
In questa Napoli di Michele ’o Belzebù, dove l’azzurro degli occhi di Raffaele si sporca col nero della superstizione della schiena ingobbita del buon Alfonso, Teresa concepisce un progetto ambizioso: far costruire il primo ospedale pediatrico per malattie infettive. Ci riuscirà, ma prima dovrà scontrarsi con il mondo degli uomini, quegli stessi, padri e mariti, a cui le donne ancora appartengono di diritto. Sfidando le convenzioni, , raccoglie dalla strada i bambini sfortunati e poveri, le cui ferite purulente bisogna cominciare a disinfettare.

Carla Marcone mette in scena una Napoli in cui la storia viaggia per conto proprio, separata nei tempi e nei modi dal resto d’Italia, dove vivere è una ricompensa e morire spesso è un privilegio, e ridona luce a questa donna dai natali illustri, animata dalla passione civile, dall’amore verso i più deboli, ma dimenticata dalla Storia in quanto donna.

La mia copia del libro accanto ad mia una stampa originale della seconda metà dell’Ottocento.

Stiamo parlando di Teresa Filangieri, una grande donna che si fece largo in un mondo di uomini in pieno 1800,quando le donne erano considerate esseri inferiori agli uomini, come oggetti da proteggere e difendere, prive di usare il loro cervello.Ma la contessa Teresa Filangieri si fece largo con molte difficoltà in questo mondo governato dagli uomini per aiutare i più deboli e costruire a Napoli il primo ospedale pediatrico per malattie infettive. L’ospedale fu intitolato alla figlia Lina Ravaschieri, morta ad appena 12 anni, e costruito in parte con i soldi della dote di Teresa. Nel meraviglioso romanzo storico e biografico “Teresa Filangieri. Una duchessa contro un mondo di uomini”  di Carla Marcone edito Scrittura e Scritture,vi ritroverete a ripercorrere le vicende più salienti della vita di Teresa, e a riscoprire una grande donna rimasta a lungo nascosta nella nostra storia nazionale tra realtà e romanzo. Ammetto io stessa di aver conosciuto il personaggio di Teresa Filangeri attraverso questo libro e son ben lieta di averlo scoperto e di parlarvene. Ringrazio la casa editrice Scrittura e Scritture per avermi omaggiato di una copia del libro.

Vi consiglio molto questo libro, io l’ho divorato esattamente in due giorni. Vi lascio il link  per l’acquisto del libro: https://www.scritturascritture.it/prodotto/teresa-filangieri/

 

La Contessa Teresa Filangieri Ravaschieri


Categorie:Libri, Storico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: