SARA MASVAR: Fino a dove siamo disposti a spingerci per quello che desideriamo?

Fino a dove siamo disposti a spingerci per quello che desideriamo? La risposta a questa domanda la potremo forse trovare nell’ultimo romanzo di Sara Masvar “Come chi si aggrappa al filo dei Ricordi” che ci racconta la storia di una donna e di un uomo, di un amore inaspettato, due barche alla deriva che si cercano e si trovano ma non hanno ancora capito che solo insieme, legati l’uno all’altra, potranno salvarsi.
Autrice Self di “Come chi si aggrappa al filo dei ricordi” seguita e amata da tantissime lettrici e lettori.

Sara Masvar regala sempre grandi emozioni. Ed io ho avuto il piacere e l’onore di intervistarla per voi. Conosciamo un po’ meglio Sara.

“Siamo pronti a correre il rischio di sbagliare,

di lottare e perdere,
di desiderare e non poter avere?

Siamo pronti a dare mille e a non ricevere in cambio niente?
Siamo disposti a non mollare? Ad Amare?”

 

Quando hai iniziato a scrivere?
Da bambina raccontavo io le storie ai miei genitori prima di dormire. Alle elementari avevo quaderni pieni di “pensierini” e storielle. Alle medie cominciai a scrivere racconti con personaggi famosi (fan fiction) in un quaderno enorme. La svolta è stata al liceo, con internet, ed un blog privato a cui avevo accesso solo io in cui scrivevo poesie, racconti, storie. E da lì non mi sono mai più fermata.

Che sensazione provi dopo aver scritto la parola FINE di un tuo libro?
Soddisfazione. C’è un po’ di malinconia nel lasciare andare alcuni personaggi ma, sinceramente, scrivo quindi posso rivederli quando voglio (tipo nel mio racconto crossover)

51TKBYoPyXL__AC_US218_.jpgQual è il primo romanzo che hai letto e qual è il tuo “libro del cuore”?
Non andavo neanche a scuola ancora, lessi L’isola dei delfini blu, un libro appartenuto a mio padre. Invece il mio libro del cuore è Gridare amore dal centro del mondo.

Scopriamo qualcosa in più di te… Dicci 3 pregi e 3 difetti.
Difficile da sola trovarmi 3 pregi ma sui difetti ci sguazzo… sono caotica, ho poca pazienza, sono davvero lunatica, irascibile, logorroica, sempre troppo sarcastica e parecchio sboccata. Però sono un’ottima cuoca, è un pregio?

Per scrivere hai un rituale particolare oppure no? Es. Luci soffuse, musica d’atmosfera, candele profumate ecc.
Musica. Per me è essenziale il sottofondo musicale giusto, preferibilmente rock o metal. Di solito mentre scrivo creo playlist apposite.

Se ti venisse data la possibilità di incontrare un’autrice o un autore del passato chi sceglieresti e perché.
Alda Merini. È una donna che stimo davvero moltissimo, una scrittrice straordinaria, una poetessa sincera. Me la porto nel cuore.

Hai mai pensato di scrivere un genere diverso dal romance? Se si quale? Dispotico, in realtà ho una bozza buttata lì… chissà che prima o poi ci riesca a rimettere mano. Sarebbe divertente.

Progetti e novità?
A fine gennaio uscirà il sequel di Come chi si aggrappa al filo dei Ricordi (che a quanto pare è abbastanza atteso) e poi vorrei far uscire la parte di me più intima e difficile con una raccolta di poesie.



Categorie:Autori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: