Piccole donne 2019

In un periodo storico nel quale le donne sono in primo piano a causa di un immotivata violenza personale e soggette ancora a pregiudizi, sopratutto nel mondo del lavoro, la regista Greta Gerwig torna a farci capire la forza dell’indipendenza e la possibilità di poter scegliere con le protagoniste dell famoso romano di Louisa May Alcott “Piccole donne”.

BC5E77E2-C5E7-40F3-9419-DD7DD8CFDB1F
Nell’omonimo film, in questi giorni nelle sale, la quattro sorelle Meg, Amy, Beth e Jo tornano a farci rivivere l’amore, la complicità e le difficoltà di convivenza che si possono creare tra 4 sorelle. Sono donne con personalità e sogni completamente diversi tra loro; ciò che ne emerge è una forza interiore e un’unione che riesce a superare tutte le difficoltà.
A grandi linee questo è anche quello che è sempre stato rappresentato nei vari remake del film; ciò che questa pellicola la differenzia dagli altri, è la forte personalità di Jo che infatti emerge su tutto. È lei il centro della storia, lei la narra e la fa scorrere, tanto da far apparire alcune figure, soprattutto quelle maschili, solo marginalmente.
“Che sia breve e piccante e la protagonista deve essere sposata o morta, così deve finire il racconto”, queste sono le parole che l’editore newyorkese dice a Jo. È proprio contro tutto questo che la giovane scrittrice combatte, cercando di far capire che l’amore e il matrimonio devono essere una scelta e non un obbligo legato ai dettami della società, una libertà personale che sfocia in un bellissimo monologo della giovane “ribelle”, il quale avviene nella soffitta di casa sua dove tra ricordi d’infanzia, amori infranti e progetti su un futuro incerto, la piccola giovane donna riesce a sfogare tutta la sua frustrazione.
In definitiva il film appare come un inno alla vita, alla famiglia, alle scelte personali, alla ribellione e con un finale non scontato che apre il cuore e la mente a nuove prospettive tanto da riuscire a strappare un sorriso.

 

16D602F1-85E4-4E62-B769-5AA644B28DFA



Categorie:Cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: