ALESSIO GALLO: L’amica geniale è stata una grande opportunità per la mia crescita

Il nostro appuntamento settimanale VI FA CONOSCERE: Alessio Gallo🌻 @_alessio_gallo Giovane Talento emergente del cinema italiano, è stato tra i protagonisti dell’ acclamatissima serie tv ‘L’amica Geniale‘.


Una vera rivelazione del cinema italiano che deve il suo successo al suo carisma innato, a tanta preparazione artistica e ai suoi splendidi occhi blu, che sanno parlare senza dire nulla!
Alessio che ipnotizza il pubblico col suo sguardo magnetico, classe 1990, è nato e cresciuto a Napoli e della sua città porta dentro il sole, l’entusiasmo, la forza e gli amici.
Mi ha molto colpito in lui, il Talento artistico e il senso di gratitudine, non comune, verso la famiglia e verso la sua città, Napoli, che ama profondamente.
‘Senza radici non si va lontano’, partendo da questo concetto, possiamo dire allora che Alessio andrà lontano e continuerà a riscuotere successo!

La tua famiglia quanto ti ha aiutato a diventare un attore? Quando penso alla parola “famiglia”, penso a Napoli. Per anni ho lavorato nei Quartieri spagnoli, crescendo tra la spensieratezza, la vivacità, la semplicità e l’umiltà di quei vicoli e trovando conforto e supporto nel calore del mio popolo. A distanza di anni mi rendo conto d’aver vissuto, già all’epoca, in un vero e proprio teatro all’aperto.

Altro sostegno fondamentale è da sempre mia madre, la quale con la sua forza, il suo affetto e i suoi sacrifici, mi ha aiutato a diventare ciò che oggi sono.

Mi parleresti dei tuoi primi passi nel mondo dello spettacolo? Per la nascita della mia carriera come attore non so se ritenermi semplicemente un ragazzo fortunato e ringraziare il destino, oppure essere grato al fato e alle casualità della vita, dato che tutto è partito da una casting directory Alessandra Cutolo, che mi noto nel fruttivendolo dove lavoravo.

Mi chiese: “Ti piacerebbe fare l’attore?” “Vuoi fare un provino?” e io ovviamente accettai, abbattendo per la prima volta la forte timidezza che da sempre mi caratterizza.

Ancora incredulo feci il mio primo provino e dopo un mese d’attesa mi dissero che ero ufficialmente il protagonista del film “L’intervallo” di Leonardo di Costanzo. So che sembra surreale, ancora oggi a raccontarlo ho i brividi.

Quando hai capito che era quella la tua strada ed eri nato per essere un artista?Data la casualità dell’inizio della mia carriera, non ho mai pensato d’essere nato per essere un attore. Ammetto però, che ci sono stati due momenti nella mia vita in cui mi sono davvero sentito un artista: la mia prima volta su un set, e a Venezia.

Il primo lo ricordo come fosse ora, mi sentivo un bambino nel paese dei balocchi: le luci, gli abiti, gli oggetti di scena, i copioni, l’intensità delle varie battute, i cambi d’espressione, il pathos… mi affascinava tutto, ero folgorato da quel nuovo mondo in cui mi sentivo un piccolo puntino. Sembrava di vivere un sogno, eppure non mi ero mai sentito così vivo, così sicuro di me stesso.

Poi ci fu la presentazione del film a Venezia, un’opportunità che mi ha segnato prima come persona e poi come attore. Quando vidi Pierce Brosnan condividere il mio stesso suolo e la mia stessa esperienza, capii che tutto quello non era solo frutto della dea fortuna ma anche del mio talento.

Raccontaci la tua esperienza nella fiction L’amica geniale Così come le precedenti, L’amica geniale è stata una grande opportunità per la mia crescita e la mia formazione. Recitare nei panni di Michele Solara non è stato semplice. È un personaggio complesso, caratterizzato da una forte dualità: apparentemente oscuro e cattivo, nasconde un cuore nobile. Interpretarlo mi ha fatto scoprire i meravigliosi anni 50, è stato magnifico tornare indietro nel tempo attraverso i costumi, le scenografie e le macchine d’epoca. Inoltre ho avuto la possibilità di conoscere tante persone, artisti e tutti i reparti tecnici, fondamentali per la riproduzione di uno stile di vita e un contesto storico così diverso e lontano dal nostro.

Qual è stata l’esperienza cinematografica che ti ha maggiormente cambiato? Penso che ogni esperienza cinematografica cambia, segna e migliora un artista, anche se il mio percorso di cambiamento è iniziato con la mia prima esperienza in questo campo.

Il primo film mi ha mutato artisticamente ma soprattutto umanamente, da lì ha iniziato a prendere forma la mia personalità e il mio carattere. È stato l’incipit e l’input che ha dato vita ai miei obiettivi e ha aumentato la mia caparbietà, il mio coraggio e la fame che ho di dimostrare le mie capacità e la mia grinta. Insomma, “L’Intervallo” è stato il trampolino di lancio e poi… come si dice? Il primo amore non si scorda mai.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Banalmente rispondo dicendo che il mio sogno è quello di continuare a lavorare facendo l’attore, dato che è ciò che più mi appaga e rende felice.

Però, da vero partenopeo quale sono, non nascondo che un altro mio grande desiderio è quello di riuscire a crearmi una famiglia. Prima però devo trovare una persona che mi renda felice, così come mi capita quando salgo su un set per la prima volta.

Voi cosa ne pensate?
Scrivetelo qui
(Mi piace ascoltare le vostre critiche o apprezzamenti per poterci confrontare)

Al prossimo Artista

Valeria
Art Promoter

Un commento

  1. In Tt quello ke ha detto Alessio Alessio nn c’è un minimo di bugia…
    Lui è così un ragazzo Semplice e Solare,e ki l’ho conosce nn potrà mai dire il contrario!!!
    Vai avanti ke sei il Nostro Orgoglio,l’Orgoglio di una Napoli Pulita,piena bravi ragazzi come te!!!

    "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.