Capodanno in rosso

Capodanno veste di rosso, ormai si sa, ma perché? È un po’ come quando alla sposa le si dice di indossare qualcosa di vecchio, di nuovo e di prestato, sono regole di base, ma nessuno ci spiega mai i motivi di tanto folclore. Non preoccupatevi però, almeno per quanto riguarda il Capodanno, sono pronta a svelarvi il trucco della fantomatica lingerie rossa!

Il 31 dicembre è alle porte e la corsa al capo per l’ultima notte dell’anno è appena iniziata. Il “dress code” prevede qualcosa di rosso, che sia mutande, un bracciale, una mantella per lei e un boxer o una cravatta per lui, ma il rosso non deve assolutamente mancare. Se a Natale la tavola può assumere sfumature differenti, a Capodanno, deve essere tutta rigorosamente in rosso, come promettente augurio per salutare l’anno che va e dare il benvenuto a quello nuovo nel migliore dei modi.
Il rosso a Capodanno trae origini dal simbolismo orientale. La storia racconta che, nei giorni del Capodanno cinese e in primavera, le case si vestono di rosso (già da tempo), per allontanare il mostruoso demone Nian, figura mitologica cinese, conosciuta per il suo potere di mangiare gli uomini, che proprio durante la festa di fine anno, fa la sua comparsa per rivendicare le vittime prescelte. Proprio per questo, come augurio di vita e buona fortuna, in Cina il rosso viene usato anche durante i matrimoni.
Anche gli antichi romani, in occasione del Capodanno indossavano sempre un drappo rosso, come simbolo di potere e forza, ma anche di passione, buona sorte e fertilità.

Il colore in questione rappresenta il sangue, ma anche il cuore e più precisamente i sentimenti. Indossare lingerie rossa a Capodanno è di buon augurio per la vita di coppia, per la felicità in amore e fertilità.
Il rosso è dunque visto come simbolo di vita, di prosperità già dai tempi antichi che, attraverso le nuove generazioni, continuano a vivere. Per questo è importante passare il testimone a chi verrà dopo di noi, si tratta di piccole credenze, ma che comunque simboleggiano la nostra storia.
I più credenti, sanno che la tradizione andrebbe portata fino in fondo, ciò significa che le mutande indossate la notte di fine anno, rigorosamente nuove, andrebbero indossate solo ed esclusivamente per quella notte, per poi essere gettate via il giorno seguente.

Ora che abbiamo scoperto cosa si nasconde dietro la tradizione dello slip rosso, non ci resta che correre ai ripari per un acquisto dell’ultimo minuto, per evitare che il mostruoso Nian decida di fare visita anche a noi!
Bottiglie alla mano e cominciamo il conto alla rovescia.
Buon Anno a tutti!

XOXO
ELISA C.



Categorie:Curiosità, Donna, Moda, NoiDonne

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: