CHI È IL VECCHIETTO IN ROSSO? E DOVE VIVE?

Ci sono cose che nel corso degli anni mutano, cambiano trasformandosi, ma non è il caso di Babbo Natale, che nonostante corrano gli anni 2000, resta una forte presenza nel mese di dicembre, per la vita di grandi e piccini. Ma chi è il vecchietto in rosso? E com’è nato? Le origini di Babbo Natale, risalgono al periodo Cristiano. Il primo personaggio a cui venne associata la sua figura, fu San Nicola, un vescovo cristiano del IV secolo. San Nicola di Mira, o conosciuto successivamente come San Nicola da Bari (le sue ceneri sono state spostate a Bari, dove è stata creata la Basilica di san Nicola), era molto conosciuto da tutti per le sue doti di benefattore verso i più bisognosi e le sue vesti vescovili, ricordano quelle di Santa Claus. La figura che conosciamo tutti, del vecchietto grassoccio e con la folta barba che porta i doni durante la vigilia di Natale sulla slitta, deriva per lo più da immagini pubblicitarie americane. Si pensa che sia stata proprio la Coca Cola a ideare il personaggio di Santa Claus così come lo conosciamo per lanciare il suo marchio sul mercato. Come avrete intuito, ogni cultura identifica il proprio Babbo Natale in un personaggio storico importante o meno, che porta con se le sue leggende oltre che i suoi doni. Per noi europei però, Babbo Natale è uno solo e vive proprio tra i paesaggi fiabeschi e le aurore boreali della Lapponia. Sopra al circolo polare artico esiste un posto magico, dove sommersa dalla neve, in una casetta di legno, vive il nostro vecchietto in rosso. La casa di Santa Claus nasce a Rovaniemi, in Filandia, tra ambienti incontaminati e che profumano di magia.
A una decina di chilometri dal centro, ha sede anche l’ufficio postale, dove avrete la possibilità di incontrare Babbo Natale intento a smistare le letterine provenienti da tutto il mondo e, a timbrare a mano e a spedire le risposte per i suoi piccoli “fans”. Saranno poi gli elfi, aiutanti fedeli di Santa Claus a spedire le lettere lasciate nella cassetta rossa, con tanto di francobollo del regno di Babbo Natale. Il segreto della cassetta postale rossa è che tutte le lettere imbucate qui, saranno conservate e inviate per il prossimo Natale.

address of santa claus for children - lapland finland santa claus village rovaniemi father christmas - youtube8992866586462004818..jpg

Questo posto quasi irreale, denominato anche Santa Claus village, nasce nel 1950 per caso, proprio per l’arrivo in Lapponia della moglie del presidente amerciano Roosevelt. La capanna di legno, costruita proprio per ospitare la moglie del presidente in fretta e furia, oggi è ricca di diversi negozi e lo storico laboratorio dei giocattoli di Babbo Natale. Rovaniemi è diventata quindi, la città per eccellenza del nostro vecchietto in rosso. Il Sant Park ad esempio, è un parco dedicato interamente a lui, dove l’aria del Natale si respira in ogni angolo. Attraverso un percorso sotterraneo è possibile accedere al laboratorio dei biscotti, la casa della principessa di ghiaccio (un bar interamente fatto in ghiaccio e un magnifico trono con la principessa seduta ad accogliervi).
Avrete l’occasione di visitare la scuola degli elfi, dove i nostri piccoli amici si esibiscono in spettacoli sia per i grandi che per i bambini. Quindi che aspettate? Correte in all’ufficio postale di Babbo Natale per consegnare la vostra lettera, oppure… vi lascio qui il suo indirizzo in via confidenziale!

Joulupukki, Joulupukin Pääposti, FI-96930 Napapiiri, Finlandia.

XOXO ELISA C.

 



Categorie:Curiosità, Donna, Festività

Tag:, , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: