La tenacia premia!

Tra i vari libri che ho letto ultimamente ce n’è uno che ho trovato molto bello e poetico: “La ragazza del faro” di Alessia Coppola e della stessa autrice avevo letto un anno fa circa, anche un altro romanzo, che per il mio gusto personale, è ancora più intenso: “Il profumo del mosto e dei ricordi” (entrambi editi da Newton Compton), che racconta la storia di una giovane ragazza di ritorno alle sue vere origini, alla sua terra con le sue tradizioni. Un racconto pieno di amore e valori per la famiglia, che ho sentito molto vicini a me. Sicuramente dietro a una penna così profonda, si nasconde un animo delicato e oggi vorrei farvi scoprire meglio questa autrice che ha anche una grande passione per l’arte.

Ciao Alessia, grazie per aver accettato di rispondere alle domande per Life Factory Magazine.

Cosa puoi raccontarci di te, della tua personalità? Chi è Alessia?

Ciao Federica, il piacere è tutto mio. Di me potrei dire che sono una persona tenace, che nutre grande passione per tutto ciò che fa, soprattutto per la scrittura. Sono prima di tutto una sognatrice, questo mi ha permesso di resistere e di continuare a scrivere serbando la speranza di vedermi in libreria.

Come sei arrivata in casa Newton? Che percorso hai avuto?

Ho avuto un lungo percorso prima di arrivare in Newton, una gavetta di circa tredici anni fatta di tanti no e tante piccole case editrici con cui sono cresciuta. All’attivo ho una ventina di pubblicazioni e l’affetto dei lettori. Tutto questo mi ripaga di ogni sforzo. Newton è stata per me il coronamento di quell’investimento in fatto di tempo ed emozioni.

In entrambi i tuoi romanzi ho letto un forte attaccamento alla Puglia con il suo mare e quella terra che sa donare, forse, più di quello che riceve. Quanto racconti di te nei tuoi libri?

Sono fortemente legata alla mia terra e al mio mare, che considero il mio inchiostro. Ahimè, la vita mi ha portato a vivere altrove, ma riservo nel cuore il forte legame con le mie radici. La mia terra è spesso presente in ciò che scrivo, mi ispira. Ho bisogno di parlare dei suoi colori, dei suoi profumi e di me stessa, è un modo per condividere, per donare al lettore la parte migliore di me.

La famiglia è un altro perno fondamentale per le storie che ho letto. Che valore ha per te?

La famiglia è il cardine delle mie storie e della mia vita. Non sarei la stessa persona se non avessi avuto un così intenso legame con la mia famiglia. Sono stati i miei genitori e mia sorella a credere in me, anche nei momenti di caduta. Se scrivo è per loro. Ogni parola è per loro.

So che scrivi anche altri generi, tra cui il fantasy. Quale genere senti che scorre in modo più fluido e naturale quando ti trovi di fronte a una tastiera?

Fino a tre anni fa credevo di non poter scrivere narrativa contemporanea, sentivo nel fantasy la mia dimensione ideale, ma si cresce, si cambia. Affrontando la narrativa contemporanea ho capito che la mia vera voce narrativa è questa. Scriverò sempre entrambi i generi, ma nel cuore ora c’è la narrativa contemporanea.

Al momento stai lavorando a un nuovo manoscritto? Che cosa dobbiamo aspettarci per la prossima storia?

Al momento attendo una risposta da Newton sull’ultimo romanzo che ho scritto. Nel frattempo spero di mettermi presto all’opera su una nuova storia.

Passiamo al lavoro di illustratrice. Cosa puoi raccontarci di Alessia che crea immagini? Per chi produci prevalentemente e cosa rappresenti di solito? Qual è il tuo stile?

Ho sempre disegnato, fin da bambina. Devo dire che forse è iniziata prima la mia carriera di illustratrice. Ho iniziato con il genere fantasy, per poi spaziare e approdare all’illustrazione per l’infanzia. Attualmente sto collaborando con la Pearson Italia, colosso nell’editoria per la scolastica.

Quali sono i tuoi prossimi progetti artistici?

Al momento sono in una fase in cui ho bisogno di reinventarmi, come autrice, come artista, come donna. Non avrei risposte precise a questa domanda, assecondo gli eventi.

Il tuo sogno più grande?

Il mio sogno più grande è vivere di scrittura, resistere alle classifiche, restare nel cuore del lettore, non morire mai per loro.

Grazie Alessia per la tua disponibilità e se qualche lettore del magazine volesse fare qualche domanda può lasciarla qui sotto nei commenti 😊

Grazie, un saluto a tutti.

Federica D.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.