Il Calendario dell’Avvento. Origini e nuove ispirazioni.

È da qualche anno che stanno nuovamente spopolando i calendari dell’ Avvento. Calendari con 24 o 25 finestrelle numerate, da aprire aspettando il giorno di Natale.

L’origine di questa tradizione risale ai primi del ‘900, con il tedesco Gherard Lang. Si dice abbia iniziato a produrli ispirandosi ai pacchetti di biscotti, da aprire giorno per giorno, che sua mamma gli preparava, in vista del Natale.

I primi a circolare erano dei contenitori cartonati, composti da tante scatolette da riempire con dolcetti per i propri bambini. Inizialmente, la datazione dei calendari era legata maggiormente alla Cristianità e coincideva con la prima domenica di Avvento, tra fine Novembre e inizio Dicembre. Successivamente, per semplicità, li hanno fatti tutti partire dal 1 dicembre.

Oggi, come dicevo, il calendario dell’Avvento è ritornato molto in auge, dopo un periodo che sembrava aver perso mercato. Ora, invece, non è più solo un regalo per i piccoli, ma un simpatico pensiero tra marito e moglie, per la mamma o un amica speciale.

Per i bambini con mamme più pratiche e intraprendenti impazza il fai da te, e si fa a gara per il calendario più dolce e originale. Sul web è pieno di tutorial e immagini di calendari meravigliosi. Anche per chi non è pratico, fortunatamente, è possibile acquistare on line kit semplicissimi che fanno scomparire in un attimo ogni senso di inadeguatezza materna! Si assemblano le varie parti ed ecco il calendario per il pargoletto, pronto per essere riempito di dolci o regalini.

Poi ci sono anche quelli già pronti per mariti, mogli, nipoti, colleghi e parenti. Si va dal calendario di Sephora, con trucchi, gel doccia e smalti, al Merry Pringles con un mare di patatine assortite. Il Berry Christmas è invece il calendario dell’ Avvento che regala una serie di ottime birre artigianali. Poi c’è il calendario Lego e quello Playmobil.  Ho anche scovato un calendario con tisane, ogni sera potete gustarvene una aspettando il Natale. E per chi invece è amante degli animali? C’è anche quello! Con i biscottini per cani molto fortunati.

E dulcis in fundo il mio preferito…quello di Tiffany, 24 creazioni imperdibli, confezionate in un contenitore, del Blue caratteristico, che riproduce il celebre edificio con lo store di New York. Ogni giorno un gioiello. Il tutto per la modica cifra di 112.000  USD. Affrettatevi perché è in tirarura limitata, solo 4 pezzi disponibili. 

Io ho già scelto il mio…e tu?

Articolo a cura di Angela Lavarda



Categorie:Bambini, Donna

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: