Mosè Santamaria: “Vi invito a guardarvi dentro. Solo così salveremo questo mondo”

Life Factory Magazine ha intervistato per voi Mosè Santamaria, giovane cantautore, poeta e musicista. Nel 2015 pubblica il primo disco #RisorseUmane con cui arriva tra i semifinalisti del Premio Tenco nella categoria “Migliore Opera Prima”. Il 22 Novembre 2019 è uscito in radio e su tutti i digitalstore il suo nuovo Album “Salveremo questo mondo”, anticipato dal singolo omonimo.
“Salveremo questo mondo”, spiega Mosè, “Ha sicuramente un messaggio (pro)positivo trasmesso con un bagaglio emotivo sincero e diretto e con una buona dose di ironia” (Mosè Santamaria). Buona lettura a voi.

Cantautore, poeta, musicista. Ma chi è Mosè Santamaria?
“Vorrei essere semplicemente Mosè. Già riuscire ad essere solo e semplicemente Mosè con serenità e libertà di poterlo essere è gia una cosa positiva. Il resto è solo manifestazione d’spressione.”

Quando sboccia la tua passione per la musica?
“Non ricordo, perché sono nato con questa passione. Mia madre ascoltava tanta musica e di conseguenza non ho potuto non amarla anche io. Ricordo che da piccolo (già alle scuole elementari) ero solito scrivere poesie. Mentre gli altri bambini disegnavano io scrivevo, ovviamente non ero cosciente che fossero poesie, ma già mi dilettavo nella scrittura.”

#RisorseUmane è il tuo primo disco. Raccontaci
“Ripensando a #RisorseUmane,(ascoltarlo, toccarlo o sentire nuovamente i brani) , mi trasmette tanta tenerezza, perché è un disco che racchiude undici anni di canzoni scritte in un arco temporale diverso . E’ un po’ la raccolta della mia adolescenza. Alla fine del primo tour di #RisorseUmane mi resi conto che era un album scritto più per me che per gli altri. Mi accorsi che non era comunicativo e non aveva quell’immediatezza che ho cercato e trovato in “Salveremo questo Mondo”.

“Salveremo questo mondo”, è il singolo omonimo che anticipa l’album. Come nasce questo brano?
“L’ho scritto in una giornata molto brutta per me e di poca accettazione della mia quotidianità. Avevo questa frase scritta nel mio taccuino ispirata da un film. Ho voluto cosi quotidianizare l’espressione “Salveremo questo mondo”. Un brano nato sicuramente con l’obbiettivo di far star bene chi lo ascolta, me compreso.”

Spiegaci meglio, cosa vuoi dire “Me compreso”
“L’album e il disco nascono dal cuore. Il tutto nasce senza nessuna pretesa ne di ascolto o di numeri. Quando canto il brano chiudo gli occhi, apro il mio cuore a chi ascolta e cerco di essere me stesso. Quando porto live il mio disco mi accorgo che già alle prime note il locale cade nel silenzio. Tutto ciò con RisorseUmane non accadeva. Il perché è riconducibile al fatto che è cambiato qualcosa in me, dentro di me. Ecco credo che far musica sia proprio questo, donare e ora l’ho capito”.

Che sound possiamo trovarci nell’album?
“Un sound pop. Ci sono brani un po’ più intimi come “Piccola madre” e “ Pregare al sole”, che hanno sonorità pop, ma non hanno una struttura pop. Sono brani con tanta ironia e di presa di coscienza. Potrei descriverlo come un invito a guardarci in quel posto che ci spaventa di più , ovvero noi stessi.”

Seguendo il tuo consiglio (ovvero guardaci dentro), cosa pensi sia possibile trovarci che ci spaventi cosi tanto?
“Dentro ognuno di noi ci sono zone di luce ed ombra. Dobbiamo accettarci e sarà solo quello che ci darà la possibilità di salvare questo mondo.”

Quali i tuoi progetti futuri?
“Sicuramente tanta promozione, tanti live. Il 7 Dicembre suonerò con la mia band al Cohen di Verona, il 14 Dicembre sarò a Milano a Cantautori Milano ( un format) e per l’estate credo di uscire con un nuovo singolo dalle sonorità estive e più ironiche. Ci stiamo già lavorando…speriamo bene.”

Prima di salutarci e ringraziarti per la tua presenza qui su Life Factory Magazine, vorrei chiederti: “Salveremo questo mondo”?
“Il mondo si salverà con o senza di noi. Io mi auguro che noi tutti riusciremo a salvare il nostro mondo ( ovvero quello del quotidiano). Lo auguro a tutti, me compreso. Se ciò non dovesse accadere (e qui sono un po’ drastico lo so), il mondo si salverà anche senza di noi.”

Life Factory Magazine.



Categorie:Musica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: