“Never fooled myself” di Celeste Caramanna

Il 29 novembre usciranno in contemporanea in digital download il secondo Ep “Antropofagico II (etichetta discografica Offline Artistic Production) e il singolo estratto “Never fooled myself” di Celeste Caramanna.

Cover Ep - Celeste Caramanna.jpg

Questo Ep è il secondo capitolo del progetto discografico di Celeste Caramanna: un percorso di tre Ep, con la collaborazione dei direttori artistici Tony Brundo e Tony Canto, con tre sonorità differenti. Questo secondo Ep si distingue per le sonorità funk, soul e pop rispetto al primo, uscito a giugno, che ha invece un’impronta brasiliana. Il terzo Ep, che uscirà nel 2020, conterrà un suono contaminato da tutto il suo background musicale, ma più personale, caratteristico e distintivo. Questo progetto discografico vanta anche la partecipazione speciale di Mauro Refosco, percussionista dei Red Hot Chili Peppers e di David Byrne dei Talking Heads.

Tony Canto racconta: “Sfruttando la versatilità di Celeste continua il viaggio dentro l’uomo in musica. Dopo il Brasile si sorvolano gli Stati Uniti in un sound soul funk. Il legame col precedente antropofàgico è proprio il tipo di filosofia nell’approccio alla verità degli strumenti e al rispetto del loro linguaggio originale e moderno. Uguali gli strumentisti, uguale la produzione artistica. Ma soprattutto sempre lei, Celeste, che con coerenza stilistica affronta questo viaggio.”.

Il primo brano estratto da “Antropofagico II” è “Never Fooled Myself”“un brano di cui prima di tutto è nata la melodia del ritornello che aveva creato Tony Canto – spiega Celeste -. Mi è subito piaciuto e ho immaginato la vibe che avrebbe potuto avere se ci avessimo lavorato su. Così un giorno ci siamo incontrati io, Tony Brundo e Tony Canto, di fronte al mare, piano, chitarra e voce, e mentre i due maestri suonavano, io ho canticchiato la melodia della strofa. Pian piano è venuto fuori l’intero brano. Noi tre insieme abbiamo composto la melodia, dopo Giuliano Castagna ed io abbiamo scritto il testo. Il testo parla degli errori che a volte commettiamo nella vita consciamente, riconoscendo questi errori come tali e consapevoli del fatto che non ci sono né prospettive né prerogative, ma nonostante tutto le speranze, o meglio dire, i desideri sono sempre gli ultimi a svanire. Quante volte siamo noi a insistere con qualcosa che già sappiamo che non funzionerà? Capendo solo alla fine di aver perso solo del tempo? La risposta che ci diamo è sempre questa: “Non ho mai ingannato me stesso”. 

Celeste racconta così come è nata l’idea di un trittico di Ep: “La mia idea per questo nuovo progetto è andata a maturare nel tempo – racconta l’artista – sentivo la necessità di inserire in questo le sonorità che più mi appartenevano e di poterle presentare e spiegare in un determinato modo, come un mio percorso interno, come fasi, come un albero ricco di rami, in cui ogni ramo rappresenta una sonorità specifica di una cultura, di un’influenza, di un determinato territorio o momento storico, ma ogni ramo è parte fondamentale di quell’albero. Allora è nata l’idea di fare un trittico di Ep con tre idee sonore diverse: il primo con un’impronta decisivamente brasiliana; il secondo EP avrà un sound più internazionale, funk, soul e pop e il terzo avrà un suono che riunirà tutte queste influenze ma con un sound più personale, distintivo e caratteristico.”

“Ho deciso di chiamare questo trittico ‘Antropofagico’ – conclude – perchè questa parola descrive esattamente la mia attitudine verso la musica. Sin dal primo momento in cui mi sono avvicinata al mondo della musica brasiliana mi ha affascinato il concetto dell’Antropofagia, che venne usato come concetto nel movimento modernista degli anni venti in Brasile, con Tarsila Do Amaral, Oswald de Andrade, Mário de Andrade, Tommaso Marinetti, Heitor Villa Lobos, e dopo venne ripreso anche nel movimento Tropicalista negli anni sessanta, che aveva come esponenti Caetano Veloso, Gilberto Gil, Maria Bethânia, Gal Costa, Tom Zé, Rita Lee, Os Mutantes, Hélio Oiticica, Torquato Neto, etc. Antropofagia perché io voglio prendere e deglutire tutte le influenze e gli stili che mi interessano, per poi rimescolarli e buttarli fuori ma a modo mio, più personale, mescolate con la mia personalità e gusto”.

L’Ep è stato registrato e Mixato al Sonoria Studio Rec da Vincenzo Cavalli, masterizzato da Claudio Giussani @ Energy Mastering. Questa la tracklist: 1) Never Fooled Myself; 2) When the Make-Up Is Gone; 3) Time and Time Again; 4) Dysfunctional Creation

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.