SCOPRIRSI SCRITTRICE NEL SOL LEVANTE TRA EMOZIONI E SAKURA IN FIORE.

I viaggi piu profondi e significativi, sono quelli fatti casualmente col cuore e non con la valigia o una prenotazione. La vita corre come un treno e non sai mai quale destinazione ti riserva, chi ti accompagnerà nel tuo viaggio, chi scendera’ con te, chi salira’ nella corsa
verso il destino sconosciuto, ma non dobbiamo temere di salire sui treni senza destinazione precisa, perche la vita puo’ riservarci incommensurabili cambiamenti inaspettati. Ed e’ proprio da questo viaggio inaspettato a Tokyo che e’ nata in me lapassione per la scrittura e il mio primo libro ‘Tokyo all’Improvviso’, sì all’improvviso mi sono trovata nella terra dei Samurai e di misteriose donne vestite da Gheisha con kimoni setosi e variopinti , che nascondevano lo sguardo dietro ventagli socchiusi che
solo la bocca color ciliegia lasciavano intravedere.
image1.jpegIl vento primaverile tra i miei capelli rossi, che fa volare petali di Sakura color rosa e bianchi che incorniciano un paesaggio estemporaneo tra i Templi maestosi nascosti in boschi o laghi da favola. Proprio come il volo di un petalo di ciliegio è stato così il mio primo viaggio in Giappone, un viaggio non programmato,
breve ma emozionante con un pizzico di tristezza.
Ricordo la fatica con cui trascinavo la valigia all’ uscita della metro per raggiungere l’hotel nel cuore dell’antico quartiere di Asakusa, mai avrei immaginato la sera stessa di incontrare un uomo giapponese in un piccolo caffe e accendere una relazione divisa tra due continenti tra colpi di scena, lacrime e sorrisi, culture troppo lontane,l a freddezza e la compostezza della cultura orientale che alzava barriere alla solarità la spontaneità della cultura occidentale. Ma quando il ventaglio con Tokyo sembrava ormai essersi chiuso definitivamente, ecco che tutto si riaccende con una semplice email e arriva il mio trasferimento a Tokyo per sposarmi con un giapponese che sembrava non avere una mente conservatrice e chiusa, cosi tra molteplici difficoltà che ho trovato in un paese così difficile e lontano, convolai a nozze, tra temporali e tempeste, albe e tramonti, un chiaroscuro tra malinconia e felicitaà, inizia la mia nuova vita nel Sol Levante.

IMG_3961.jpegIl mio secondo libro ‘Tokyo di la dal vetro‘ tutto quello che ho vissuto dietro il vetro della finestra dell’appartamento dove tutt’ora abito nel quartiere di Hikarigaoka,
tuffarsi nel vuoto senza il paracadute, apertura mentale verso nuovi mondi e culture, tutto questo arricchisce il nostro bagaglio culturale e psicologico, allontanarsi dal nostro giardino di casa dalle nostre certezze e radici può farci paura, veder passare giorni, settimane e stagioni lontani dalla nostra terra non può che fortificarci.
Un bel lavoro di introspezione dall’altra parte del mondo mi ha portata a scoprirmi scrittrice ottenendo grandi soddisfazioni, sono orgogliosa di avere affrontato questo cambiamento con saggezza e temperanza, scrivere per me è un po come andare dallo psicologo, sognare viaggiare ma senza mai smarrire le chiavi della propria casa.
Buon viaggio…

a cura di Claudia Fambrini

@fambriniclaudia e Facebook Claudia Fambrini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.